Categoria: mondi e orizzonti

0

Futura network. Ripartiamo dall’etica e dalla sostenibilità ambientale, sociale ed economica

L’Italia può ripartire se ridisegna il suo presente e orienta il suo futuro accogliendo pienamente la prospettiva della sostenibilità nelle sue implicazioni sociali, ambientali, economiche e di governance. Punto di riferimento e di raccordo della nuova rinascita è il nuovo sito Futuranetwork.net dell’Agenzia italiana per lo sviluppo sostenibile

0

Rendez-vous nello spazio. Il nuovo capitolo dell’esplorazione umana

Il successo della missione Demo 2 è completo. Dopo il lancio è avvenuto anche l’aggancio della navetta Crew Dragon con la Stazione Spaziale, con l’incontro e l’abbraccio fra i 2 equipaggi. I voli orbitali non sono più prerogativa di agenzie governative. Una collaborazione pubblico – privato rende certo e prossimo il turismo spaziale, anche se costosissimo e un film con Tom Cruise girato sulla Stazione Spaziale. Si apre un nuovo capitolo dell’esplorazione umana

0

Se non siamo gigli siamo pur sempre figli di questo mondo

Una suggestione dell’estate di un anno fa ci riporta nel difficile e complesso presente dove nel magico quadrato formato dai versi, dai racconti e dalle parole di De Andrè, Alver Metalli, Padre Pepe e Papa Francesco, troviamo l’ un’attesa e la speranza che un raggio di quel ‘sole divino’ si apra ed arrivi a riscaldare le zone del mondo, in modo che questa “peste del 2020” possa essere allontanata e presto cancellata

0

David Vagni. Life experience

Parlare con David Vagni è un’esperienza cognitiva ed emozionale. Il suo flusso di pensieri e parole ti avvolge e stravolge. Ricercatore nel settore delle Neuroscienze cognitive e nelle Scienze dell’Apprendimento. Vicepresidente e fondatore dell’Associazione Spazio Asperger ONLUS e di CuoreMenteLab. Un viaggio nel mondo della conoscenza, dell’azione, della solidarietà e della crescita umana e sociale sostenibile

0

Mauthausen. Il passaggio del testimone della memoria

I superstiti del campo di concentramento di Mauthausen all’indomani della loro liberazione – 75 anni fa – si sono ripromessi e poi impegnati nel corso della loro vita di rendere il mondo più solidale e libero. Ora è giunto il momento di passare il testimone alle nuove generazioni. Quel che hanno fatto in una emotiva cerimonia telematica

0

Una scultura di sabbia per ringraziare e non dimenticare gli operatori sanitari

Laura Cimador è un’artista italiana che vive negli USA. Nella fase più acuta della pandemia, quando il nostro Settentrione ne era l’epicentro europeo, colpita dall’abnegazione di tanti medici e infermieri, con il marito e collega John Gowdy ha scolpito una grande scultura in sabbia per dire a tutti loro ‘grazie’ e perché si ricordi il loro sacrificio. In Italia sono oltre 200 i caduti tra medici e infermieri per curare i malati di COVID-19