Taggato: ambiente

0

Francia. Nessun volo se esiste l’alternativa ferroviaria

Il ministro dei Trasporti Jean-Baptiste Djebbar in un’intervista rilasciata all’emittente Rtl ha annunciato che chiederà alla compagnia di bandiera francese Air France KLM e alle altre compagnie private comprese le low cost di eliminare tutti i voli interni troppo brevi; in particolare quelli “per i quali esiste un’alternativa ferroviaria” che permetta di viaggiare “in meno di 2 ore e mezzo”.

0

River’Tri. La prima discarica galleggiante ed ecologica d’Europa

È in funzione a Lione (Francia) la prima discarica galleggiante d’Europa. Una chiatta, che ogni sabato, attraccando sulla banchina del fiume Saona, nel centro della città, in 30 minuti si tramuta in un centro di raccolta temporaneo fluviale di rifiuti ingombranti. Va a idrogeno, fa la differenziata, evita il traffico stradale dei camion inquinanti e partecipa, con i residenti, al circolo virtuoso dell’economia circolare

0

La sottile linea verde dell’idrogeno

Per realizzare il suo Green Deal, l’UE punta sull’idrogeno. Ma si fa presto a dire idrogeno! Non essendo una materia primaria il suo livello d’inquinamento varia secondo il modo in cui è prodotto. L’optimum sarebbe il verde ma per alcuni Stati membri non è ancora competitivo e slittano verso il blu, facendo storcere il naso agli ambientalisti

0

Youth4Climate: Driving Ambition. Aperte le candidature

Sono aperte le iscrizioni per partecipare all’incontro ‘Youth4Climate: Driving Ambition’ che si svolgerà a Milano dal 28 al 30 settembre 2021. I partecipanti già attivi in un gruppo, associazione o impresa ambientale, avranno l’occasione d’incontrare i rappresentanti dei Governi e accedere al vertice COP 26

0

Francia colpevole. Non rispetta gli Accordi di Parigi

L’ Affaire du siécle, il collettivo ambientalista, ha vinto il ricorso contro lo Stato francese per inazione climatica, condannato simbolicamente a pagare 1 euro alle Ong che formano il collettivo. Ma la Corte si è concessa 2 mesi di tempo per valutare le misure più adatte (per lo Stato obbligatorie) per evitare l’ulteriore deterioramento ambientale e climatico