Taggato: archeologia

0

Carmona. Rinvenuto un acquedotto romano sotterraneo

Un acquedotto sotterraneo risalente all’epoca romana è stato rinvenuto a Carmona (Siviglia – Spagna). Si va ad aggiungere al già ricco sito archeologico dell’antica città andalusa formato dalla Porta di Siviglia, l’anfiteatro e, soprattutto dalla necropoli, la più grande mai rinvenuta

Pompei ci restituisce un Termopolio integro 0

Pompei ci restituisce un Termopolio integro

Pompei non cessa mai di stupirci. Dalla ripresa del progetto di manutenzione e restauro della Regio V è emerso un Termopolio con un bancone preziosamente decorato con l’immagine di una ninfa marina a cavallo e animali raffigurati con colori forti al punto da regalarci un’immagine tridimensionale

0

Le rivelazioni dell’Uomo di Altamura

Con potenti apparecchiature i gruppi di ricerca delle 3 università di Firenze di Pisa e La Sapienza di Roma sono riusciti ad ottenere informazioni del reperto delle Murge: lo scheletro più completo di Neanderthal, rinvenuto nel ’93 in una grotta carsica, a diversi metri di profondità, dove tutt’ora giace

0

Progetto Ostia Marina. Archeolettura della trasformazione del paesaggio urbano

Dal 2007 l’Alma Mater di Bologna con il Parco Archeologico di Ostia Antica porta avanti il Progetto Ostia Marina, una serie di scavi in zone “mai scavate o esplorate solo superficialmente” ma in realtà di estremo interesse da dove emerge un paesaggio urbano che si è trasformato continuamente nei secoli sia per mano dell’uomo sia per l’azione della natura

0

Archeologia. La diffusione dell’alfabetizzazione nell’Antico Regno di Giuda

Una seconda pubblicazione dello studio multidisciplinare condotto dall’Università di Tel Aviv, grazie all’elaborazione di uno specifico algoritmo e all’analisi forense conferma l’ipotesi che l’alfabetizzazione nel Regno di Giuda non fosse privilegio dei dignitari di corte o dei capi religiosi ma fosse molto estesa fra la popolazione. Da cui l’ipotesi di dover anticipare la data della redazione della Bibbia

0

Archeologia preistorica. Il dente da latte del bambino di 48mila anni fa

Un dente da latte, un canino superiore destro appartenente a un bambino (o bambina) dagli 11 ai 12 anni, vissuto tra i 48 e i 45mila annifa, ritrovato nel sito Riparo del Broion sui Colli Berici, in Veneto, rappresenta ad oggi, il resto neandertaliano più recente dell’Italia settentrionale e fra i più tardi di tutta la penisola. Lo studio è parte di un progetto internazionale che studia, fra l’altro, la transizione tra l’uomo di Neanderthal e l’uomo Sapiens