Categoria: formazione e lavoro

0

11 aprile. Giornata Nazionale del Mare

In occasione della Giornata Nazionale del Mare, la Guardia Costiera e il Miur lanciano iniziative per sensibilizzare gli studenti in particolare, tutti i cittadini in generale, sul valore delle nostre acque. Di particolare rilievo l’App #PlasticFreeGC con la quale oltre a combattere la dispersione delle microplastiche ogni cittadino potrà contribuire alle ricerca scientifica sulle nuove specie marine nelle nostro acque tropicalizzate

0

Concorso europeo per l’innovazione sociale

La direzione generale per l’imprenditorialità e le PMI della Commissione europea gestisce la competizione europea per l’innovazione sociale (EUSIC) in tutti i paesi dell’UE e nei paesi associati a Horizon Europe, con il sostegno del Consiglio europeo per l’innovazione (EIC). Tema del 2021 è ‘Competenze per il domani – Dare forma a un futuro verde e digitale’. 3 i premi. Tutte le informazioni

0

Batteri. Alleati dell’edilizia biocompatibile

L’edilizia è uno dei comparti a maggior impatto ambientale. Consapevole corre ai ripari imboccando la strada dell’ecocompatibilità, creando un’associazione no profit e redigendo un manifesto. Mentre si continuano a studiare, sperimentare e a testare materiali smart dai risvolti impensabili. Tecniche del passato incontrano l’innovazione tecnologica

0

9 aprile. Prima giornata mondiale della lingua latina

Il prossimo 9 aprile si celebrerà la prima Giornata Mondiale della Lingua Latina, promossa dalla Presidenza Nazionale dell’Associazione Italiana di Cultura Classica e del Ministero della Cultura per contribuire alla preservazione del suo patrimonio culturale e alla sua diffusione presso la popolazione studentesca, anche in vista della scelta della Facoltà universitaria.

0

Spagna. Esperimento nazionale delle 32 ore lavorative settimanali

Settimana lavorativa breve, anzi brevissima. In Spagna per porre rimedio al rallentamento dell’economia causato dalla pandemia, partirà un progetto pilota, triennale, che prevede un piano lavorativo di 4 giorni anziché dei tradizionali 5. Previste 32 ore settimanali mantenendo le retribuzioni determinate nei contratti a tempo pieno. I pro e i contro