Categoria: Documenti Storici

0

Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea

Il 7 dicembre 2000 a Nizza avveniva la prima proclamazione della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea approvata dalle istituzioni, Parlamento, dal Consiglio e dalla Commissione e dai capi di stato e di governo dell’UE. Essa riconosce una serie di diritti personali, civili, politici economici e sociali dei cittadini e dei residenti dell’UE e che riportiamo nella sua versione integrale

0

Roma 1870. Fastosa e miserrima città

‘Stupenda e misera città’, scriveva Pier Paolo Pasolini di Roma sua città di adozione. ‘Fastosa e miserrima’, scrive Nadia Ciani descrivendo la Roma nel settembre 1870 quando fu annessa al Regno d’Italia, per diventarne capitale nel 1871. L’economia, la società, lo topografia di quella che era ‘una città – giardino immersa nei ricordi e nelle vestigia del suo straordinario passato’. L’urgenza di conferirle un volto moderno

0

Il saluto del Tevere a Roma, futura capitale del Regno d’Italia

Il 20 settembre 1870 con la Breccia di Porta Pia, i bersaglieri conquistavano Roma sottraendola dopo 11 secoli allo Stato pontificio e annettendola al Regno d’Italia del quale sarà la capitale. Ma proprio quello storico 1870 terminò per Roma con “una memorabile alluvione. Cadde una pioggia che si trasformò presto in diluvio”. E Vittorio Emanuele fece una visita-lampo per recare conforto alla città devastata

0

Il Manifesto degli Stati Popolari

Testo del Manifesto degli Stati popolari presentato il 5 luglio 2020 a Roma nel corso della manifestazione che si è svolta a Piazza San Giovanni dall’autore, l’attivista sociale e sindacale italo-ivoriano, Aboubakar Soumahoro

0

Black Lives Matter. Le vite dei neri contano

#BlackLivesMatter è scritto sui cartelloni delle manifestazioni che infiammano le città statunitensi, dopo la morte di George Floyd ucciso durante il suo arresto da un poliziotto, la stessa frase che rimbalza sui social che esprimono sdegno Ma è molto di più di uno slogan. È un movimento socio-politico non violento “un’affermazione del contributo dei neri a questa società, alla nostra umanità e alla nostra resilienza di fronte all’oppressione mortale”. La sua storia e suoi principi base

0

Giuramento di Mauthausen

Il 16 maggio 1945, a undici giorni dalla liberazione del campo di concentramento, quando il primo gruppo di deportati era pronto per rimpatriare, nel piazzale dell’appello si svolse una manifestazione antinazista durante la quale di ex- prigionieri ormai liberi approvavano il testo noto come il Giuramento di Mauthausen