Taggato: Paolo Borsellino

0

Memories. Gli otto ragazzi delle scorte

Il docu-film ‘Memories. Gli otto ragazzi delle scorte’, dedicato agli agenti di polizia che morirono 30 anni fa negli attentati mafiosi  di Capaci e  Via D’Amelio, presto su Rai Play e il 30 dicembre su RAI 1 a chiusura delle commemorazioni per l’anniversario

0

Paolo Borsellino. La perfetta coscienza

Il 23 giugno 1992, a un mese dalla strage di Capaci, il magistrato Paolo Borsellino pronunciò un memorabile discorso in omaggio al collega e amico Giovanni Falcone che in quell’attentato aveva perso la vita con la moglie, magistrato anch’essa, Francesca Morvillo e gli agenti della scorta. Parole che non subiscono l’offesa del tempo che passa

0

La scorta della memoria nel solco del silenzio contro le retorica

Sono aperte le prenotazioni per la tradizionale Scorta della memoria, a tutela dell’ulivo di Via D’Amelio. La memoria non si riduce ad un solo giorno all’anno “sovrapponendo anniversari di stragi, dice Salvatore fratello di Paolo Borsellino, ma si lotta 365 giorni all’anno. E per andare oltre alla retorica dei megafoni della memoria, alle voci che dovrebbero tacere e al “CSM che ripete di stessi errori” il 19 luglio sarà all’insegna del silenzio e troverà posto soltanto la musica

0

Il bunkerino. In ricordo di due uomini allegri

Un museo dedicato alla memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e della quale porta i nomi – è stato realizzato nel Palazzo di Giustizia di Palermo Lo chiamano il bunkerino perché occupa un’area composta da 5 stanze, chiusa da una porta blindata, in cui i due magistrati lavoravano in totale segretezza all’indagine che portò al Maxiprocesso. Lo cura e lo racconta Giovanni Paparcuri, stretto collaboratore dei 2 magistrati e sopravvissuto all’attentato Chinnici

0

Eroi civici in nome dello Stato. Salviamoci con il loro ricordo e presenza

40 anni dalle morti di Pio La Torre e Carlo Alberto Dalla Chiesa. 30 da quelle di Falcone e Borsellino. Tutte per mano mafiosa. In mezzo 10 anni che hanno cambiato la storia dell’organizzazione criminale. Dalla legge tradotta nel Codice Penale nell’articolo 416 bis che ancora oggi c’è chi vorrebbe modificare, al maxi processo del 1986- 92. La morte non è giunta a sorpresa. Sapevano cosa li aspettava. Ma non si sono tirati indietro