La Corea del Sud vieta il consumo di carne di cane

La Corea del Sud vieta il consumo della carne di cane, molto diffusa nella tradizione culinaria del Paese. L’obbligo entrerà in vigore fra 3 anni e chi infrangerà la legge sarà punito fino a 3 anni di carcere.

Il provvedimento legislativo, approvato dal Parlamento all’unanimità, prevede sanzioni severe anche per gli allevamenti, gli abbattimenti e la vendita a fini alimentari: pena detentiva di 3 anni, oltre a quella pecuniaria di circa 20mila euro.

A parte la tradizione culinaria a cui accennavamo, nel Paese asiatico il consumo di carne di cane negli ultimi anni è calato considerevolmente, mentre sono sempre di più i sudcoreani che adottano i cani come animale domestico.

Ma nonostante questo cambiamento di costume, secondo la stima degli attivisti per i diritti degli animali, la macellazione di cani per uso alimentare potrebbe raggiungere il milione ogni anno.

Da cui l’auspicio dell’Associazione Animal Liberation Wave che il nuovo provvedimento legislativo sia l’inizio per la liberazione dei cani e si estenda anche agli altri animali come mucche, maiali e polli, vale a dire a tutte le specie soggette a sfruttamento industriale.

 

Immagine by ZaetaFlow Sec – pexels.com

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.