Le donne afgane ringraziano. L’opera di Cristina Donati Meyer

A Milano, in piazza Castello, l’artista Cristina Donati Meyer ha completato la sua installazione intitolata  Le donne afgane ringraziano e che raffigura una donna con il burqa crocifissa.

Si tratta di un’ opera d’arte pubblica, ha dichiarato l’autrice a SkyTg24, che non ha chiesto autorizzazioni per eseguirla, perché “l’arte deve essere libera e anarchica”.

E al momento l’opera è lì e ci vorrà del tempo per rimuoverla, ha aggiunto Cristina Donati perché “pesa oltre 100 chili: la croce è di legno massiccio e la base in ferro”. Ma “sta facendo il suo dovere. Mentre la installavo ho sentito i commenti dei passanti, erano tutti colpiti”.

Le donne afgane ringraziano è “una visione plastica di ciò che sta succedendo. Stati Uniti e Europa avrebbero potuto pianificare un ritiro graduale e ordinato, portando prima in salvo le persone esposte a sicura vendetta talebana. Invece si è scelto di scappare, lasciando agli estremisti armi ed equipaggiamenti, oltre ad un mare di vittime, soprattutto donne e bambine, da falciare liberamente” ha concluso l’artista.

 

Immagini: Milano, 25 agosto 2021,  installazione Le donne afgane ringraziano dell’artista Cristina Donati Meyer (by MARCO PASSARO).  P.s. la foto e’ utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e’ stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.