ARF Festival presenta Women in Comics

In esclusiva europea una straordinaria collettiva di 22 artiste statunitensi che hanno fatto la storia del fumetto nordamericano. In programma dall’1° giugno al 13 luglio 2021 a Palazzo Merulana, Roma.

Da New York a Roma, la mostra Women in Comics! , curata da Kim Munson e Trina Robbins, è preceduta da 4 incontri in streaming con alcune delle autrici di Women in Comics che si confrontano con altrettante illustri colleghe italiane; insieme dissertano sulle questioni di maggior rilevanza socio – culturale quali: la questione femminile (gap di genere e violenza), razzismo e antirazzismo, approfondendo la rappresentazione della donna e del corpo femminile nel disegno, sia nell’ambito degli argomenti citati sia nell’ambito strettamente legato al fumetto.

Gli incontri in streaming

Gli incontri – che sono curati da Rita Petruccioli, fumettista e illustratrice e da Francesca Torre, giornalista – sono in streaming (in diretta ogni volta alle ore 18:00 sulla piattaforma Zoom) sulle pagine Facebook di ARF! Festival, Comicon e dell’Ambasciata americana a Roma e seguono la seguente programmazione:

18 marzo: Fumetto e femminismi: e noi dove eravamo? – Trina Robbins (dagli USA) incontra Silvia Ziche (dall’Italia), moderate dalla scrittrice Susanna Raule (disponibile sulle pagine social citate)
15 aprile: Corpi rivoluzionari e donne che li disegnano – Emil Ferris e Coleen Doran (dagli USA) incontrano Sara Pichelli (dall’Italia), moderate dal giornalista RAI Riccardo Corbò.
13 maggio: Balloon intersezionali – Alitha Martinez e Ebony Flowers (dagli USA) incontrano Fumettibrutti ed Elisa Macellari (dall’Italia), con la moderazione a cura Bande de Femmes.
10 giugno: Drawing Power, raccontare la violenza a fumetti – Trininad Escobar (dagli USA) incontra Rita Petruccioli (dall’Italia), con la moderazione a cura della Casa delle donne Lucha Y Siesta.

La mostra Women in Comics e il docu-film

Tornando alla mostra della prossima primavera-estate, co-prodotta da ARF! Festival e Comicon e promossa dall’Ambasciata degli Stati Uniti – Palazzo Merulana accoglierà 90 opere che ricostruiranno la storia di autoderminazione del fumetto femminile grazie al lavoro delle 22 artiste, partendo dal fumetto degli anni Cinquanta del Novecento alla graphic novel autoriale, oggi molto in voga. A completare l’esposizione ci sarà la proiezione a ciclo continuo del docufilm She makes comics, della regista Marisa Stotter (Respect Films 2014). un’anteprima per l’Italia, che ripercorre la storia delle illustratrici e fumettiste nell’industria editoriale.

L’esposizione originale, a oggi, è stata allestita una sola volta nel 2020 nel museo – sede della Society of Illustrators di New York, l’Associazione professionale fondata da Henry S. Fleming nel 1901 per promuovere l’arte dell’illustrazione. Dal 1959 oltre ad organizzare una mostra annuale, produce e pubblica Illustrators Annual, considerato uno dei più importanti cataloghi d’illustrazione del mondo.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.