Juvenes Translatores. La traduzione un’attività sociale

Molti lavori ci giungono in traduzione, cosa c’è di sbagliato in questo? Perdono qualcosa, ma guadagnano anche sotto altri aspetti. Ho detto, considero, considero molto seriamente la letteratura come un’attività molto sociale, anche se molto spesso avviene nella privacy del proprio spazio creativo. (Wole Soyinka)

Definition of the word translationIn Spanish

La Commissione Europea organizza da 11 anni il concorso Juvenes Translatores per le scuole europee mirato ad offrire ai giovani un’esperienza diretta di cosa significhi essere un traduttore.

L’obiettivo è che i giovani facciano l’esperienza di cosa significhi essere un traduttore professionista. I giovani dovranno tradurre come se si rivolgessero ai loro coetanei per aiutarli a comprendere un messaggio scritto in un’altra lingua. I partecipanti verranno giudicati per i loro sforzi e la loro capacità nell’utilizzo corretto dei termini e una scrittura fluida nella lingua prescelta, la generale leggibilità della traduzione e la creatività delle soluzioni trovate.

La domanda che tutti i traduttori dovrebbero porsi è: “Come posso trasmettere il messaggio?” Una buona traduzione dovrebbe avere lo stesso impatto sul lettore del testo originale. Se l’originale ci ha fatto sorridere o solleticato la nostra curiosità, la traduzione dovrebbe agire allo stesso modo. Ciò significa che la comprensione del traduttore deve andare oltre le singole parole, grammatica e struttura. Lui o lei devono cogliere pienamente il messaggio sottostante dell’autore. I buoni traduttori posseggono un sottile contesto, stile e sfumature di significato.
Linguaggio vivo
Le parole e le espressioni cambiano rapidamente. Nuove idee e invenzioni, oltre a nuovi usi per termini esistenti, costringono i traduttori a creare nuovi modi di esprimere questi concetti nella loro lingua. Questo è uno degli aspetti più interessanti e affascinanti della traduzione. Cercare una parola in un dizionario è solo il primo passo. Il contesto in cui viene usata potrebbe  portare a scegliere  un termine completamente diverso.
Lingue

Gli studenti e le studentesse possono decidere la lingua del testo di partenza e in quale lingua desiderano tradurre tra le 24 lingue ufficiali UE: bulgaro, ceco, croato, danese, olandese, inglese, estone, finlandese, francese, tedesco, greco, ungherese, irlandese, Italiano, lituano, lettone, maltese, polacco, portoghese, rumeno, slovacco, sloveno, spagnolo e svedese.

Requisiti delle scuole
– Il concorso si svolge simultaneamente in tutte le scuole partecipanti il 22 Novembre 2018 che devono avere i seguenti requisiti:

– avere sede in uno degli Stati membri UE,
– essere riconosciute dalle autorità didattiche dello Stato membro come parte del sistema educativo regionale o nazionale,
– possedere i necessari supporti informatici per poter ricevere il testo della prova.

Le scuole selezionate devono designare da 2 a 5 alunni nati nel 2001 e registrare i loro nomi e le coppie di lingue da loro prescelte nella banca dati del concorso entro l’Ottobre 2018.

Tra le scuole che presentano il modulo di registrazione entro i tempi e i modi stabiliti, un certo numero di esse verrà selezionata per estrazione. Il numero di scuole selezionate per ogni Stato membro è uguale al numero di seggi che il paese detiene nel Parlamento europeo. Nelle scuole sorteggiate tra quelle che hanno effettuato la registrazione, gli studenti nominati sosterranno la prova il giorno stabilito sotto la supervisione del loro insegnante e tradurranno il testo scelto.

Criteri

Il concorso rappresenta un “assaggio” di come sia la figura del traduttore professionista. Pertanto verranno giudicati i seguenti elementi: l’accuratezza del testo; la capacità di usare i termini correttamente; la capacità di scrivere fluentemente nella  lingua prescelta, ossia la leggibilità generale della traduzione; la creatività delle tue soluzioni.

Il sito del concorso offre dei suggerimenti attraverso le esperienze delle edizioni scorse.

Premio
I 28 migliori traduttori, uno per ciascun Stato membro, verranno invitati a Bruxelles nella primavera 2019 per una cerimonia di premiazione.

Come partecipare
– è possibile registrarsi dal 1 Settembre al 20 Ottobre 2018;
– le candidature possono inviarsi alla Juvenes Translatores Team o chiedere della persona di riferimento per il concorso presso la Rappresentanza della Commissione nel proprio Stato membro.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.