Run Eco Team, puliamo il mondo facendo jogging

Nicolas Lemonnier è un osteopata di Nantes (Francia) di 35 anni, definito da Le Figaro un jogging ecologico.  Lemonnier, infatti, ha unito la sua professione al suo interesse per l’ambiente. Prescrivendo ai suoi pazienti la corsa metodica, ha avuto l’idea di consigliargli di raccogliere, durante l’allenamento, almeno un rifiuto che trovano lungo il loro percorso.

Un’idea semplice che ha creato una realtà importante:  una comunità di circa 18mila persone, gli Eco Runners, sparse in 103 Paesi,  che dal 2016 a oggi, praticando il jogging, hanno raccolto 9.216 chili di rifiuti.

Il progetto, basato sul principio  1 Run = 1 Waste (1 corsa = 1 spreco), da prima presente solo su Facebook è diventato l’associazione Run Eco Team.    Per avere un’idea di come si traduce in raccolta di rifiuti l’iniziativa di Lemonnier, basti sapere che nel corso di una corsa collettiva di circa 200 persone a Nantes, sono stati raccolti 250 chili di rifiuti; in Messico un professore ha riunito tre classi della scuola dove insegna e insieme hanno raccolto 40 chili di scarti.

A fine 2017, visto il successo ottenuto con la sua iniziativa, Lemonnier ha creato un app con la quale calcolare i rifiuti raccolti a livello globale; si è dato un obiettivo, raccogliere una media di 19 tonnellate di rifiuti a settimana, preventivato attraverso il calcolo delle persone che pubblicano su Facebook l’immagine dell’impegno assolto. Il principio del gruppo richiederebbe la pubblicazione di un selfie a ogni corsa e scarto raccolto e pubblicarlo sulla pagina Facebook.  Ma, come spiega lo stesso Lemonnier, ci sono persone che corrono ogni giorno ma non postano il selfie, da cui si deduce che il preventivo di raccolta è errato per difetto.

Ogni runner è munito di un sacchetto a rete distribuito dall’associazione, lavabile e riutilizzabile nel quale raccogliere lo/i scarto/i.

La corsa ecologica di Lemonnier ha favorevolmente colpito molte personalità note, fra le quali Mark Zuckerberg (al centro nella foto a lato). Il fondatore di Facebook  si è messo in contatto con il giovane medico (destra nella foto a lato), ha inviato una troupe in Francia per filmare la sua storia e la sua iniziativa e a fine 2016 ha postato il video sul suo profilo Facebook, affermando che era la sua “storia preferita dell’anno”.

Rum Eco Team organizza  corse collettive, che definisce eventi. Il prossimo sarà a Londra,   l’8 e il 9 febbraio 2018, una 2 giorni intermente dedicata al Run for a cleaner world ossia a correre per un mondo più pulito.  Le iscrizioni sono aperte.

 

 

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.