Nadia Toffa, ci mancherai…

Nadia Toffa, ci mancherai.

Mancherai a tutti quelli che guardando Le Iene condotto da te pensavano: “Questo sembra quasi servizio pubblico…”.

E mancherai anche a quelli che Le Iene non lo guardavano, e non solo perché non è sul servizio pubblico…

Mancherai a chi, come noi, vorrebbe i social liberi dagli #haters, questa sottospecie di umani liberi di scrivere quello che vogliono rintanati dietro alle loro tastiere, esseri che scambiano spesso la fama con l’accettazione del ruolo di bersaglio delle loro frustrazioni.

Mancherai a chi, come noi, vorrebbe il mondo libero dalla misoginia.

E a chi si arrabbia ogni volta che vede un telegiornale ingessato nei pastoni.

Mancherai a chi ama il giornalismo. E a chi magari non gradiva il tuo modo di farlo.

Mancherai a chi ama le storie, e il tuo modo di raccontarle. A chi vorrebbe che il mondo fosse un continuo cunicolo di inchieste, e non un cubicolo traboccante d’interesse. E mancherai a chi vorrebbe smettere di pagare il canone, come segno di civica protesta.

Mancherai soprattutto a chi lotta contro demoni come quelli contro cui hai lottato tu. Come hanno già scritto in molti, la lotta contro la malattia ti ha trasformata da iena in tigre.

Perché la prima sensazione, appena saputa la notizia della tua morte, è stata quella dell’incredulità: “Ma come – ho pensato, come se stessi parlando di un’amica – l’ho vista qualche giorno fa su instagram, in vacanza contenta…”.  Perché la tua lotta da tigre l’hai combattuta sorridendo così forte da renderci impreparati alla giornata di oggi. Pensavamo – sempre come se fossi stata una nostra amica, in base ai tuoi post – che andasse tutto bene.

Sei stata così forte da non prepararci. Sembrava impossibile che la tua guerra non fosse una guerra con il lieto fine.

Per questo, e per tutto il resto, ti ringraziamo.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Avatar Paola Barni ha detto:

    Molto bello l’articolo e tanto coinvolgente!
    A me le Iene non piacciono, né i loro programmi, ma la vita di Nadia e i suoi problemi di salute mi avevano molto coinvolta. Mi dispiace molto della sua morte perché è sempre orribile una cosa del genere per una persona così giovane e perché la sua lotta era stata così ammirabile !
    Quanta tristezza!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.