La scala verso il cielo. Il grattacielo più sottile del mondo

Eccolo il grattacielo più sottile del mondo, realizzato nella città dei grattacieli, New York e progettarlo e costruirlo è stata una vera impresa architettonica.

Soprannominato Stairway to Heaven (Scala verso il cielo) come la nota canzone dei Led Zeppelin, per la scannellatura che contraddistingue il suo lato sud che elevandosi dà l’impressione di “sparire nel cielo”. Svetta nella 57th strada al civico 111 (da cui il nome ufficiale, 111 West 57th Street), nel cuore di  , quartiere residenziale di lusso che sorge lungo la parte sud di Central Park caratterizzato da questo tipo di costruzioni – grattacieli detti pencil Towers (torri a matita) per la loro sottigliezza o super tall perché superano i mille piedi (300 metri) di altezza e che stanno modificando lo skyline di Manhattan.

È attiguo allo Steinway Hall, il complesso di edifici (il primo costruito nel 1866) che comprendono le sale da concerto, lo showroom e gli uffici dei famosi pianoforti Steinway & Sons e dal quale prende il suo secondo con il quale è noto, Steinway Tower, incorporandone alla base una parte risalente al 1925.

Per gettare le fondamenta è stato necessario scavare fino a 30 metri sotto terra e per costruirlo è stata usata una gru di 67 metri, la più alta mai utilizzata a Manhattan. Su una base larga 17,91 metri, la nostra torre raggiunge i 435 metri.

Da lassù quando soffia il vento fa la differenza. Se tocca gli 80 Km/h l’edificio si può inclinare per 15 centimetri, fino ad arrivare a 60 se la raffica raddoppia.

Perché il grattacielo è stabile

Per questo o progettisti (dello studio Shop Architects) hanno pensato a 2 “muri di taglio” paralleli: pareti che formano le 2 facciate est e ovest della costruzione mente le altre 2 sono essenzialmente costituite da vetrate sostenute da colonne che consentono a nord la vista di Central Park e a sud del resto di Manhattan.

Queste pareti sono ricoperte di cotto appositamente studiato “per disorientare il vento”; inoltre sono stati studiati 4 “piani meccanici” posti in punti strategici dell’edificio, irrigiditi da stabilizzatori che permettono all’aria di passare, limitando l’impatto delle raffiche. Infine a completamento della stabilità dell’edificio, sulla sommità della torre è stato realizzato uno “smorzatore” di 800 tonnellate (curiosa coincidenza, come nei pianoforti) a prova non solo delle forti raffiche di vento ma anche di vibrazioni sismiche.

Come tutti gli edifici dell’area, anche gli appartamenti di questa Scala verso il cielo sono stati costruiti per Billionere di nome e di fatto: quello più economico costa 8 milioni di dollari.

A oltre 400 metri di altezza forse non si dispone di troppo spazio ma sicuramente si gode di una vista mozzafiato in totale sicurezza.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.