La bella estate alla Birzeit University

Birzeit University . Internatinal summer campL’estate è arrivata e programmi di studio, di lavoro, di tirocini, iniziano ad affollare la mente di giovani e  meno giovani. Un’occasione di svago, di riposo dagli affanni quotidiani, ma anche un momento propizio per immergersi in altre realtà, in altri mondi, che poi confluiscono in quell’unico modo che ci accumuna e ci im-pone rispetto e ascolto.

Ecco dunque un percorso per giovani studenti, curiosi di esplorare se stessi e gli altri nelle antiche terre del Medio Oriente. Dal 1981, la  Birzeit University (vicino all città di Ramallah) prima università della Palestina organizza i Summer Work Camps per formare generazioni aperte al mondo e fornire un’opportunità di scambio culturale, far conoscere la situazione palestinese e rafforzare i valori fondanti della mission educativa e sociale: accoglienza, rispetto, pace e accettazione dell’altro.

Studenti da tutto il mondo si ri-trovano a lavorare con i giovani palestinesi su progetti sociali. I partecipanti hanno la possibilità di visitare numerose aree come la riva occidentale del Giordano, la Striscia di Gaza e ad attività sociali e culturali. Visite ai campi di rifugiati, alle organizzazioni governamentali e non,  alle università palestinesi per promuovere lo scambio culturale e la condivisione di informazioni ed esperienze. Conferenze e incontri con i leader delle comunità.

Nabiha-nasirTra il 1988 e il 1992 l’Università, fu obbligata a chiudere ma continuò ad operare in modo “sommerso”, incoraggiando la consapevolezza ambientale, sociale e culturale. Il primo nucleo formativo risale al 1924, scuola elementare, fondata da Nabiha Nasir (nella foto a sinistra), come scuola elementare per dare alle donna la possibilità di accesso all’istruzione. Nabiha credeva fermamente nell’unità tra i popoli arabi come via di sviluppo e progresso.

I summer work rientrano nellle attività di cooperazone internazionale che realizza l’Università con enti di formazione all’estero con il proposito di progetti comuni e scambi tra gli studenti, tra cui l’Università di Amsterdam, Università di Copenaghen, di Macquarie (Austrailia).

L’Università incoraggia la creatività  la sperimentazione, l’innovazione, il lavoro di gruppo e le pratiche democratiche, radicate nel pluralismo, libertà di espressione e rispetto per gli altri all’insegna della cittadinanza attiva. Ha svolto un dialogo importante nella questione palestinese.

Inoltre è collegata più di 12 università europee attraverso l’accordo multilaterale PEACE (Palestinian-European Academic Cooperation in Education che nasce proprio nel 1992 (anno di riapertura dell’ateneo) come rete interuniversitaria con lo scopo di potenziare l’efficienza e rilevanza dell’insegnamento e della ricerca presso le università palestinesi, così come il personale accademico. Il programma PEACE  persegue gli obiettivi di solidarietà accademica con l’aspirazione di contribuire come suggerisce lo stesso acronimo al processo di pace nel Medio Oriente.

Per maggiori informazioni sui campus internazionali: summer camp

 

 

 

 

 

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.