Paragoghè. Mafia e Depistaggi

Paragoghé del regista Angelo Loy (biologo, diventato filmaker)  è stato trasmesso in anteprima sabato 23 maggio alle ore 22.40 su RAI 5, in occasione del 28° anniversario della strage di Capaci.

Il docu-film è ispirato all’omonimo spettacolo teatrale, diretto dal regista Marco Baliani, che è stato rappresentato all’interno del Tribunale di Ancona la sera del 23 maggio 2019. Paragoghé è un termine greco (depistaggio) con il quale si indicano gli eventi delittuosi che sono accaduti in Italia tra il 1980 e il 1994.  Il documentario è disponibile su Raiplay dal 24 maggio.

Sulle pagine di marcheteatro.it Baliani scrive: “Nello spazio interno al tribunale di Ancona, una grande agorà, diciassette tra attori e attrici racconteranno quanta determinazione, fatica, dolori e perdite, ma anche soddisfazioni e vittorie sia costata nel tempo l’incessante ricerca, ancor oggi non terminata, della verità sulle tante stragi compiute nel nostro paese“. Parleranno teatralmente soprattutto dei tentativi di depistare, sviare, annullare, a volte uccidendo, a volte infangando, le ricerche e le indagini.

Lo spettacolo è un arazzo composito dove più vicende si intrecciano e più linguaggi si mescolano in un flusso comunicativo, senza mai offrire un unico discorso lineare, ma multiformi punti di coagulo del senso, cercando così di cogliere la complessità degli avvenimenti storici di un passato prossimo su cui è indispensabile riflettere per il nostro presente.

Nella strage di Capaci, 23 maggio 1992 furono uccisi: Giovanni Falconi e la moglie, Francesca Morvillo e i poliziotti della scorta: Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, Vito schifano

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.