Taggato: sostenibilità

0

Schwammstadt Berlin. Modello per città sostenibili 

Schwammstadt Berlin  ossia Berlino città-spugna come viene definito il sistema di gestione delle acque piovane adottato nei nuovi quartieri. Per fare fronte al fenomeno del cambiamento climatico della penuria di pioggia e delle precipitazioni violente che si riversano nel sistema fognario nelle canalizzazioni e nei fiumi provocando un pericolo per l’ambiente. Un modello a cui ispirarsi per difendere le nostre città e renderle sostenibili

0

Cubbit. Rendere green i data center

Cubbit, start up italiana, dal nome singolare, crasi tra Cubby (stanzino in cui i ragazzini lasciano le loro cartelle) e bit, unisce tecnologia, innovazione e sostenibilità. Una triade che permette un’evoluzione tech green

0

Fashion. Inclusione e sostenibilità per chi merita il mondo

Due i progetti presenti alla Settimana della moda maschile di Milano: ‘Fashion deserves the World’ programma d’inclusione che sarà presentato il 20 giugno in occasione della Giornata mondiale del rifugiato e ‘Designer for the Planet’, giunto alla 3° edizione, presenta 9 talenti emergenti che improntano la loro attività sulle buone pratiche della sostenibilità

0

Eco idee per il settore tessile. Una risposta sostenibile alla recessione

I gas nell’aria ci avvelenano? Allora invece di emetterli raccogliamoli e facciamone una fibra tessile. Una provocazione? No, uno dei 5 progetti innovatori premiati con il Global Change Award, che promuove le proposte migliori per rendere sostenibile la produzione dell’abbigliamento, uno dei settori a maggior impatto ambientale. E che dimostrano come cambiare il modello produttivo e di sviluppo sarebbe il modo migliore per affrontare e superare la crisi economica determinata dalla pandemia

0

Global change award 2019. I vestiti che crescono con i bambini

Crescita esponenziale di partecipanti al Global Change Award che ha premiato 5 idee innovative e sostenibili nel settore dell’abbigliamento, fra una rosa di oltre 6mila candidature provenienti da 182 Paesi del mondo. La riduzione dei consumi dei beni voluttuari, afferma l’ideatore del Premio, provocherebbe una catastrofe socioeconomica. Ma si può garantire la crescita rispettando l’ambiente attraverso l’innovazione