Medicina rigenerativa. Il cuore umanoide in vitro che batte in laboratorio

Riprodotto in laboratorio un cardioide, ovvero un piccolo modello tridimensionale di cuore in vitro formato da cellule staminali che riproduce il battito e alcune lacune e danni patologici come i difetti congeniti e il danno tessutale e che apre a promettenti prospettive per la medicina rigenerativa.

La riproduzione del cardioide è stata compiuta dal gruppo di studio condotto da Sasha Mendjan dell’Istituto di biotecnologie molecolari (IMBA), dell’Accademia delle scienze austriaca, i quali adoperando le cellule staminali pluripotenti hanno ottenuto la camera e le cavità cardiache che esprimono le proprietà intrinseche dell’organo, mentre con le cellule endoteliali e strati cardiomiociti alternati e generando la migrazione e il differenziamento cellulare hanno riprodotto la complessità del cuore. La cavità è regolata da un asse di segnali a livello del mesoderma.

Le cellule staminali, infatti, sono suddivise in 2 categorie: le embrionali e le adulte, meglio detto somatiche. Le embrionali si moltiplicano indefinitamente e danno origine a tutti i tipi cellulari (per questa capacità definite anche pluripotenti). Le cellule endoteliali costituiscono l’endotelio, il tessuto che riveste la superficie interna dei vasi sanguigni, dei vasi linfatici e del cuore; i cardiomiociti sono gli elementi cellulari che compongono il tessuto muscolare cardiaco.

La medicina rigenerativa si ripromette di ripristinare le funzioni normali di un corpo, riparando il danno attraverso la capacità rigenerativa propria dei processi delle cellule staminali.

Il cardioide rappresenta una piattaforma che, dicevamo, consentirà di studiare più dettagliatamente la fisiologia e, quindi, la fisiologia patologica dell’organo.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Cell.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.