InnoMake. Le scarpe intelligenti che segnalano gli ostacoli

Scarpe intelligenti che avvisano chi le indossa, non vedente o ipovedente, della presenza di ostacoli suggerendogli come evitarli; sono l’ultima invenzione innovativa nata dalla collaborazione tra l’Università Tecnica di Graz (Austria), è l’azienda Tec-Innovation, con sede a Vienna.

Un passo avanti è il motto del progetto che consiste in un sistema formato da un sensore con una luce LED posto sulla punta di ciascuna scarpa e un paio di pulsanti sui talloni. I sensori (waterproof, ossia resistenti all’acqua e all’umidità) rilevano gli oggetti/ostacoli fino a 4 metri di distanza e attraverso gli ultrasuoni emettono vibrazioni nella stessa scarpa o suoni tramite le cuffie indossati dalla persona.

L’utente può decidere in anticipo di quanto tempo prima desidera essere avvisato a secondo in che condizione o luogo si trova: ad esempio in strada trafficata può scegliere di ridurre il tempo di allerta. E può farlo sia tramite i pulsanti della scarpa o, meglio ancora, tramite un’applicazione mobile. Le vibrazioni arrivano in corrispondenza alle orecchie: vale a dire se la scarpa a sinistra rileva un ostacolo, l’utente sentirà l’allerta dalla cuffietta di sinistra o le vibrazioni le avvertirà nel piede sinistro, per cui procederà nella direzione opposta.

I sensori funzionano come quelli delle macchine: più ci si avvicina all’oggetto più diventa veloce la vibrazione e/o il suono. E trattandosi di un sistema intelligente riconosce quando il suo possessore è fermo davanti ad un ostacolo per più di 3 secondo (se per esempio è in fila) e cessa di dare l’allarme.

Oltre per le persone con problemi di vista il prodotto, acuendo la percezione dei sensi, è stato pensato anche per professionisti impegnati in situazioni di emergenza, come ad esempio i vigili del fuoco o i soccorritori di vario genere.

La tecnologia di questa scarpa intelligente ha un nome InnoMake e dal 2020 con l’approvazione europea è considerato un dispositivo medico in tutti i Paesi dell’Unione. “In questo modo i clienti possono ottenere finanziamenti dalle istituzioni pubbliche o dalle assicurazioni per coprire le spese del prodotto” avvisano dalla Tec-Innovation. Si tratta, comunque di procedure nazionali, che cambiano da Paese a Paese.

I prezzi variano: se il prodotto completo (scarpe e sensori) corrisponde a 3.840 euro, sale il prezzo dei soli sensori a 4mila euro, ma se si richiedo di adattare un paio di scarpe personali ai sensori il costo dovrebbe aggirarsi sui 400 euro.

E attenzione, va migliorato perché ancora non è in grado di rilevare scarpe o buche. Per ovviare al problema l’azienda sta lavorando allo sviluppo di una telecamera artificiale che possa riconoscere ogni sorta di zona dove poter camminare in sicurezza. Per il momento, dunque, avanti con le scarpe smart ma senza lasciare a casa il bastone.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.