I Solisti di Kiev. Un abbraccio musicale tra Ucraina e Italia

Il concerto per la pace, Un abbraccio musicale tra Ucraina e Italia e il cui incasso sarà interamente devoluto alla Croce Rossa Italiana per l’emergenza Ucraina, si è svolto alle 20:30 presso la Sala Sinopoli del Parco della Musica eseguito dai Solisti di Kiev.

L’ensemble, fondata nel 1996 e costituita dai migliori musicisti ucraini, era già in tournée in Italia quando il loro Paese è stato invaso dalle forze armate russe, lo scorso 24 febbraio.

“Quando siamo partiti la situazione era abbastanza tranquilla, non potevamo immaginare che le forze russe avrebbero puntato Kiev e le città principali, invece è successo – ha dichiarato il portavoce dell’ensemble ucraino -. Fare musica in queste condizioni è molto difficile ma al momento non abbiamo alternative, vogliamo allora onorare questo impegno raccogliendo tutte le nostre forze mettendo tutto il nostro cuore in ogni nota di questo concerto. Suoneremo per i nostri familiari, per voi e tutto il popolo ucraino che sta soffrendo. Vogliamo attraverso la musica lanciare un messaggio di serenità e speranza e auspicare che la guerra si fermi immediatamente”.

Si è unito all’ensemble anche Francesco Di Rosa, primo oboe dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, come segno di solidarietà e sostegno dell’istituzione romana,

Il programma ha prevesto pagine dei compositori ucraini Myroslav Skoryk, Maksim Berezovskij, Tomaso Albinoni, Antonio Vivaldi e Nino Rota. Spazio anche alla musica italiana d’oggi con il Concerto n. 3 per oboe e archi di Raffaele Bellafronte.

Attraverso la loro musica i Solisti di Kiev portano sui palcoscenici italiani il proprio messaggio di pace.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.