Le Meninas per le strade di Madrid. Non c’è miglior testimonial per la città

Le celebri meninas, i personaggi dell’omonimo quadro, hanno lasciato il loro posto al Museo del Prado per andare nelle strade di Madrid e promuoverla come capitale della moda.

Quali testimonial migliori, d’altronde, se non le celebri damigelle d’onore alla corte, universalmente conosciute, dipinte  nel 1656 dal maggiore pittore del barocco spagnolo, Diego Velázquez.

E così eccole, ripensate dal pioniere dell’arte urbana, il venezuelano Antonio Azzato (nella foto a lato),  riprodotte tridimensionalmente  in fibra di vetro di colore bianco  lavabile, affinché siano decorate e ridecorate secondo l’estro dell’artista del momento.

Sono alte 1,80 metri, pesano 30 chili ciascuna  e sono  saldate su  piedistalli di 200 chili ognuno (per evitare che siano rubate, come già avvenuto).  Sono 80,  sparse per le strade di Madrid,  poste, anche, nei  luoghi più caratteristici e mete certe del turismo, come la Puerta del Sol o Plaza de Oriente.

Le statue, che formano una esposizione urbana denominata Meninas Madrid Gallery, sono state decorate da attori, stilisti, artisti, musicisti e toreri,  gratuitamente ed ispirandosi  dalla propria visione della città.

Esposte fino al 20 luglio 2018, successivamente le meninas  tridimensionali saranno messe all’asta e i ricavati andranno alle fondazioni spagnole no profit, Aladina che si occupa di bambini malati di cancro,  Creáte che agisce nell’ambito dell’istruzione  e Alenta che assiste i disagiati intellettuali.

La mostra urbana è stata organizzata dal Comune di Madrid con i finanziamenti di aziende private; frutto dunque, di una collaborazione pubblico-privato nell’ambito del programma promozionale Madrid Capital de Moda.

Il quadro Las Meninas è uno  dei capolavori di Diego Velázquez (1599-1660), rivisitato più volte nel corso dei secoli da molti artisti, come Francisco Goya, Edouard Manet, Salvator Dalì fino a Pablo Picasso che ha realizzato 58 versioni del quadro.

Raffigura un momento della vita a corte nel palazzo reale dell’Alcázar. Ambientato nello studio del pittore presso il palazzo, vi appare l’infanta Margherita circondata dalle sue damigelle d’onore (las meninas), la nana Maribarbola (che sarà ritratta successivamente dal pittore Juan del Mazo), vari personaggi  della corte spagnola e lo stesso Velázquez davanti al suo cavaletto intento a dipingere un quadro che ci dà le spalle. Sullo sfondo uno specchio appeso al muro, accanto alla porta, riflette la coppia regnante: Filippo IV d’Asburgo e la moglie Marianna d’Austria. Il pittore, intento a dipingere, sta raffigurando i sovrani? Rimane un enigma che ha dato vita a molteplici interpretazioni, così come tutti i personaggi presenti sono stati sottoposti ad analisi accurate: una riccchezza raffigurativa che ha reso il quadro una  delle opere più studiate e commentate del mondo dell’arte.

Las Meninas è esposto nel Museo del Prado a Madrid.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.