L’ascensore a levitazione magnetica. Primato italiano della tecnologia italiana

È stato installato il primo (al mondo) ascensore a levitazione magnetica, frutto di una tecnologia tutta italiana, sviluppata da Adriano Girotto e Ales Tech, la star up innovativa, spin off della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, costituita da 4 giovani che hanno collaborato con la squadra di Elon Musk, per la costruzione di Hyperloop, il treno superveloce della Tesla.

Il primato si deve all’IronLev, l’azienda fondata dallo stesso Girotto con Luca Cesaretti e Lorenzo Parrotta, che ha il brevetto e commercializza la tecnologia.

La levitazione magnetica è, secondo i suoi inventori, “semplice ma rivoluzionaria” e, sicuramente, molto innovativa, che consente la realizzazione di sistemi ad alta velocità in piena sicurezza, con basso livello di rumore, basso stress delle infrastrutture e, quindi, con notevoli risparmi energetici.

Spiega Andrea Girotto dal proprio sito: “La tecnologia IronLev si basa su binari di acciaio, molto simili a quelli delle reti ferrotranviarie esistenti, sui cui i vagoni sono ‘magneticamente agganciati’ e possono scorrere grazie ad un particolare sistema di galleggiamento non alimentato da corrente e, soprattutto,  senza toccare e usare le rotaie”. Ma la nuova tecnica è versatile, “si presta a possibili evoluzioni nel campo dell’automazione industriale” precisa Adriano Girotto, come dimostra l’installazione del nuovo ascensore.   Una cabina che si muove magneticamente “ancorandosi alle tradizionali guide in acciaio, mentre il sistema di levitazione sostiene il carico della cabina eliminando l’attrito e il rumore dovuto allo sfregamento e con basso stress alla struttura: i motivi per i quali si ottiene l’abbattimento dei consumi energetici”.

L’obiettivo principe per l’azienda rimane, comunque, “la rivoluzione” nel campo dei trasporti di massa, ma si raggiungerà procedendo per gradi. Dopo l’ascensore, ha dichiarato all’Ansa Luca Cesaretti, si passerà “ai sistemi di trasporto a corto raggio come le navette per i grandi centri commerciali e gli aeroporti o ancora per i collegamenti fra gli aeroporti e le città”.

E quando giungerà il tempo dell’applicazione ai treni, la levitazione magnetica consentirà di viaggiare a una velocità di 500 Km/h. Come i treni Maglev giapponesi, penserete, che raggiungano già  tale  velocità grazie a un cuscinetto magnetico.  Ma la tecnologia IronLev permetterà di sfruttare le reti ferroviarie già esistenti.

Alta velocità a basso rumore,  basso costo e basso consumo energetico . Ed è questa la novità assoluta a livello mondiale della tecnologia italiana.

 

Fonti: Andrea Girotto – Levitazione magnetica- IronLev e Spindox.it – Ales Tech

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.