Festival dell’economia circolare. Mettiamo in circolo il cambiamento

Roma – Dal 16 al 18 giugno 2021 alla Città dell’Altra Economia presso l’ex Mattatoio del quartiere Testaccio, si svolgerà il Festival Circolare, nell’ambito del progetto Metti in circolo il cambiamento: tre giorni di incontri, confronti di esperienze, cortometraggi, tavole rotonde e concerti sull’economia circolare e sociale per un futuro più equo e solidale. Un programma fitto di eventi dal quale spicca l’Escape Room ecologico – tema Per salvare la Terra – gratuita del 17 giugno dalle ore 10:00 alle 20:00.

Gli incontri del Festival si potranno seguire anche attraverso la diretta streaming, sulla pagina Facebook del Festival.

L’obiettivo del progetto Metti in circolo il cambiamento e di accompagnare gli studenti delle scuole secondarie e i giovani dai 18 ai 32 anni, in un percorso formativo sui problemi globali del cambiamento climatico e dell’impatto dell’economia lineare sull’ambiente.

I principali obiettivi della manifestazione sono:

comprendere la complessità del fenomeno del riscaldamento globale – con i connessi cambiamenti climatici e disuguaglianza climatica – del degrado ambientale, delle interconnessioni fra diverse aree del pianeta, della perdita di biodiversità, della scarsità di acqua di buona qualità;
maturare consapevolezza sulla disponibilità e sulla distribuzione delle risorse naturali;
motivare a modificare il proprio stile di vita (individuale, familiare e di gruppo);
generare percorsi di cittadinanza attiva per la transizione verso l’economia circolare a scuola e sul territorio;
sperimentare e conoscere l’economia circolare, grazie all’interazione con i partner di progetto e con i soggetti che sui territori si stanno già muovendo nel circuito dell’economia circolare;
comunicare temi, esperienze e proposte alla cittadinanza (attraverso l’ideazione di uno storyboard per un cortometraggio e la realizzazione di un evento di sensibilizzazione);
richiedere collettivamente politiche incisive per la tutela dell’ambiente.

Capofila LVIA– Associazione Internazionale Volontari Laici, fondata nel 1966 a Cuneo dal sacerdote/partigiano Aldo Benevelli su ispirazione dei valori di giustizia e pace rafforzati dallo stimolo riformatrice del Concilio Vaticano II – si adopera per promuovere “principi del bene comune e della cittadinanza attiva e responsabile”.

Attiva in 10 Paesi “per contribuire al superamento della povertà estrema, alla realizzazione di uno sviluppo sostenibile ed equo e al dialogo tra le comunità italiane e africane”; in Italia LVIA offre opportunità di educazione e di cittadinanza attiva con la formazione alla cooperazione internazionale.

Nel progetto Metti in circolo il cambiamento agisce in collaborazione con Legambiente che rafforza la conoscenza in tema di economia circolare, con Confcooperative Piemonte e il supporto istituzionale dei Comuni partner (Torino, Cuneo, Firenze, Borgo San Lorenzo, Unione Montana dei Comuni del Mugello, Palermo, Castelbuono) e dei Comune di Forlimpopoli e di Cesena che hanno riconosciuto il patrocinio: attori quest’ultimi che “garantiscono la riproducibilità e l’impatto del progetto grazie all’attivazione di iniziative che promuovono l’economia circolare, l’identificazione e realizzazione di percorsi formativi per giovani che sfociano in esperienze applicate al mondo del lavoro”.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.