Siciliani Giovani riceve gravi minacce il giorno del 25° anniversario della strage di via D’Amelio

Giovani SicilianiRiportiamo testualmente il comunicato del giornalista Riccardo Orioles, pubblicato sul giornale, versione on line, I Siciliani Giovani e riportato dal blog  19 luglio 1992.com, quest’ultimo fondato e curato da Salvatore Borsellino e il Movimento delle Agende Rosse.

Comunicato

 “Una busta contenente una copia dei Siciliani giovani e minacce di morte è stata recapitata nel pomeriggio del 19 luglio alla sede del giornale a Catania.

Le minacce erano specificamente destinate al responsabile della redazione catanese, Giovanni Caruso, che pochi giorni prima, presentando il giornale, aveva annunciato l’acquisizione di beni confiscati alle famiglie mafiose catanesi.
Sono in corso le indagini.

Non si esclude la non casualità della data”.

Riccardo Orioles

I Siciliani Giovani ,21 luglio 2017

Le minacce al giornale di Catania si vanno a sommare a una serie di inquietanti episodi che si registrano dalla vigilia dell’anniversario della strage di Capaci, che riportiamo di seguito:
il 22 maggio 2017 il capomafia Giuseppe Dainotti, scarcerato nel 2014 è stato ucciso a colpi di pistola a Palermo. La vittima passeggiava in bicicletta nel quartiere Zisa.;  il 10 luglio 2017 è stato bruciato un cartellone che raffigurava Giovanni Falcone davanti all’entrata della scuola Alcide De Gasperi. Altrettanti vandali, nello stessa giornata,  hanno distrutto la statua dedicata al magistrato: decapitata hanno usato la testa per come ariete contro il portone dell’istituto comprensivo “Giovanni Falcone”, nel quartiere palermitano Zen. Tre giorni dopo davanti ai cancelli della stessa scuola,  è stato trovato un uccello con la testa mozzata.

 

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.