La difesa dagli cyber attacchi agli archivi digitali della sanità

Una pioggia di cyber attacchi si abbatte ormai costante sull’Italia, che secondo i dati Trend Micro riceve quasi il 5% degli agguati di Ransomware al livello globale e solo nel primo bimestre 2022 ha subito oltre 17 miliardi di attacchi malware. Il settore sanitario, sia pubblico che privato, con il suo flusso quotidiano di milioni di informazioni ‘sensibili’ è naturalmente tra i principali bersagli. E questo rende il lavoro di chi riceve, archivia e conserva i dati nel mondo eHealth quantomeno ‘delicato’.

Ma come si costruiscono i migliori sistemi di conservazione e tutela dei dati sanitari digitali? La domanda è al centro del confronto che andrà in streaming gratuitamente il 21 aprile 2022 alle h. 16:00, sulla piattaforma Digeat Plus (http://www.digeat.it) che vedrà protagonisti il professor Giuseppe Cattaneo, dell’Università di Salerno, l’avvocato Antonella D’Iorio, DPO e consulente in materia di protezione dati componente del D&L NET, la dottoressa Simona Marini, archivista e direttore tecnico del consorzio CSA, con la moderazione dell’avvocato Andrea Lisi, presidente di Anorc Professioni e coordinatore di Studio Legale Lisi.

“Alla protezione del dato sono legati la sicurezza, i diritti e libertà dei cittadini– spiega Andrea Lisi- e non basta dunque sviluppare una tecnologia e adoperarla, ma serve rivolgere una grande attenzione agli aspetti organizzativi, giuridici, normativi (e non solo). Insomma, serve un approccio interdisciplinare e c’è bisogno di team che sappiano fare bene il proprio lavoro”. L’evento ‘L’interdisciplinarietà nella cura degli archivi digitali in sanità‘ promosso da ANORC Professioni e organizzato da Digital&Law sarà anche un’occasione per mettere sotto la lente d’ingrandimento le best practices messe in atto dallo Spin-Off dell’Università di Salerno.

Per seguire il talk è sufficiente accedere gratuitamente a DIGEAT PLUS http://www.digeat.it oppure registrarsi in pochi semplici, passaggi. La registrazione dell’evento sarà successivamente accessibile sempre dalla stessa piattaforma.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.