Cuba dice sì al matrimonio egualitario

Vince il Sì al referendum popolare sulla riforma del Codice della Famiglia a Cuba che introduce il matrimonio egualitario, le adozioni da parte di coppie dello stesso sesso, regolarizza la maternità assistita, vieta il matrimonio infantile e rafforza il contrasto alla violenza di genere.

Il giorno dopo al voto del 25 settembre 2022, l’agenzia statale Prensa Latina ha raccolto l’annuncio della presidente del Consiglio elettorale nazione (CEN) Alina Balseiro – e ripresa dell’Ansa – la quale a conteggio non ancora ultimato i risultati di 3 collegi convalidava i risultati come “irreversibili”.

Per il CEN – riferisce l’Ansa – hanno partecipato al voto 6.251.786 cubani, pari al 74.01% degli 8,4 milioni di elettori registrati. Il numero totale di schede valide è di 5.892.705, che rappresenta il 94,25%. A favore del “Sì” sono state contate 3.936.790 schede, pari al 66,87%. A favore del “No” sono andate 1.950.090 schede, pari al 33,13%.

Un risultato storico per l’isola che fino alla fine degli anni Settanta del Novecento vietava per legge e condannava severamente gli omosessuali.

Il risultato del referendum, dicevamo riforma il Codice della Famiglia cubano del 1975. Oltre ai cambiamenti citati, il nuovo assetto legislativo prevede il trasferimento dalla potestà genitoriale alla responsabilità genitoriale e riconosce i minori (bambini e adolescenti) come soggetti con diritti e i genitori o tutori come “soggetti di responsabilità”. Ancora per i minori viene stabilità la “progressiva autonomia” che permette agli stessi se “di età e grado di maturità sufficienti” di essere ascoltato in giudizio anche durante il processo di adozione.

Cuba diventa così il 9° Paese dell’America Latina a legalizzare il matrimonio tra persone dello stesso sesso dopo Argentina, Cile, Uruguay, Brasile, Colombia, Ecuador, Costa Rica e Messico.

 

Immagine: Cuba by Pixabay

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.