Taggato: usa

0

Documento stilato dalla Conferenza Onu sul clima, contro il negazionismo di Donald Trump

I rappresentanti dei 200 paesi riuniti nella Conferenza sul Clima dell’Onu stilano un documento di appoggio agli Accordi di Parigi, contro l’incertezza creata dalle posizioni negazioniste di Donald Trump, di estrema gravità per la lotta ai cambiamenti climatici, se da parole, quali sono state finora, si tradurranno in fatti.

1

Pirati, elezioni (quasi) normali in Islanda

Pirati all’arrembaggio? Non proprio. Dieci giorni prima rispetto alle elezioni americane, ovvero il 29 d’ottobre scorso, altre elezioni si sono tenute in una landa (quasi) più “estrema”: l’Islanda. Laddove i Pirati sembravano destinati ad una vittoria epocale, divenendo per la prima volta in Europa forza antisistema di governo, la “regola delle regole” delle ultime prove elettorali non ha trovato eccezione: i sondaggi hanno sbagliato.

0

Michael Moore invade l’Europa. Yes we can

L’Unione Europa è con il fiato sospeso in attesa dei risultati del referendum in cui la Gran Bretagna deciderà se rimanere o meno all’interno dell’unione. Si teme un effetto “palla di neve” per i paesi membri euroscettici, ai margini di un’uscita latente. Ed è proprio in questo periodo di precarietà comunitaria che ci piace evidenziare il riconoscimento oltreoceano delle “qualità europee”, raccolte da Michael Moore nel documentario: Where to invade next.

0

Obama incontra Hiroshima

Visita storica. Simbolo di un passato da non ri-vivere e un presente-futuro rivolto ad un cambiamento radicale della politica sociale; oltre, almeno formalmente, alla “ragion di stato” per approdare allo “stato di ragione”. Il 27 maggio 2016 impresso nella mente e nell’anima dei contemporanei è destinato a studiarsi nei libri di storia dalle future generazioni. Il primo presidente americano che visita Hiroshima dopo il lancio delle bombe atomiche.

0

L’editoria oltre l’embargo tra Cuba e Usa

Cuba chiede agli Usa la fine dell’embargo, Obama risponde: “Non so quando ma l’embargo finirà”. Nel frattempo soggetti privati iniziano gli accordi commerciali con Cuba per essere pronti e ai primi posti, quando “el bloqueo” commerciale, economico e finanziario imposto dagli Stati Uniti a Cuba nel 1962, cadrà.