Taggato: Israele

0

Le moschee di Rahat. Oltre mille anni di storia

Rinvenuti dagli archeologi dell’Autorità israeliana per l’antichità i resti di una moschea rurale risalente al VII – VIII secolo nel deserto del Negev. Tra le più antiche del mondo, come quella riaffiorata nel 2019, secondo gli archeologi i reperti saranno fondamentali per approfondire l’affermarsi e il diffondersi nell’area di una nuova religione quale era l’Islam allora

0

Israele. Inaugurata la più grande fabbrica di vino di epoca bizantina

Le Antichità di Israele, dopo 2 anni di lavori di scavo hanno inaugurato la più grande fabbrica di produzione vinicola di epoca bizantina. Si è stimato che produceva annualmente 2 milioni di litri. Rinvenuti anche oggetti risalenti a 2300 anni fa, a dimostrazione che la fabbrica godeva già di una tradizione millenaria. Il sito diventerà un parco archeologico aperto al pubblico e renderà Yavne, famosa in tutto il mondo

0

Archeologia. La megalopoli dell’età del bronzo

Nel nord di Israele, vicino a un’autostrada, è stata scoperta una vasta estensione di resti di una città risalente a circa 5mila anni fa, in grado di ospitare 6mila persone. Il sito che sorge nella zona archeologica di Ein Asur, rappresenta, quindi, il più grande insediamento della prima età del bronzo della zona storica di Canaan, che comprendeva, spiega Yitzhak Paz, direttore degli scavi con Dina Shalem e archeologo dell’Israel Antiquities Authority, Israele, Giordania, Libano e Siria meridionale

3

La maschera di pietra di nove mila anni fa

Ritrovata sulle colline di Hebron (Cisgiordania) una maschera di pietra dell’era neolitica perfettamente conservata. Reperto rarissimo, al mondo ne esistono 15 delle quali soltanto 2 ritrovate in siti archeologici

0

Scoperto il primo dolmen artistico in Medio Oriente

Gli scavi a nord della Galilea hanno fatto emergere un dolmen di 4000 anni fa, con decorazioni artistiche incise sul tetto, come mai riscontrati nella zona. Il complesso delle decorazioni sono state giudicate misteriose e la grandezza del dolmen fa presupporre l’esistenza di una società stabile con una cultura organizzata dell’età del bronzo di cui si sono perse le tracce.