Black Rock City. La città che rinasce ogni anno

Una città che da decenni viene costruita e rasa al suolo ogni anno. E che risorgerà nel 2022, dopo le 2 edizione virtuali degli anni precedenti, per la pandemia.

Si tratta della Black Rock City, la Città della roccia nera, nel deserto del Nevada nata da una storia singolare e diventata negli anni un festival artistico situazionista che si svolge dall’ultima settimana di agosto per comprendere il primo lunedì di settembre festa nazionale del Labour Day, la festa del lavoro.

Gli organizzatori, però ci tengono che non sia definito festival ma città in cui “quasi tutto ciò che accade è creato interamente dai suoi cittadini che partecipano attivamente all’esperienza”.  Tutto prende forma in quei giorni dalle migliaia di persone che si radunano nel Black Rock Desert del Nevada per “creare” Black Rock City “una metropoli temporanea” dedicata alla comunità, all’arte, all’espressione personale e all’autosufficienza. “In questo crogiolo di creatività – dicono gli organizzatori – tutti sono i benvenuti”.

La genesi

Tutto nasce nel giorno del solstizio d’estate del 1986 quando i 2 amici Larry Harvey e Jerry James, su una spiaggia di San Francisco,  bruciano una sorta di scultura ricavata da legno di scarto che raffigura un uomo con un cane. Una cerimonia alla quale partecipano una ventina di persone voluta da Larry Harvey il quale, attraverso il rogo, esorcizza il fallimento del suo recente divorzio e dà le cui ceneri, come una fenice, rinasce a nuova vita; celebra il suo rinnovamento.

Nasce così il Burning man, ’l’uomo brucia’ che darà poi il titolo alla manifestazione. L’ispirazione la trae dal rituale falò del solstizio d’estate che già veniva pratico a Baker Beach (San Francisco) da alcuni artisti tra le quali una scultrice sua amica.

La cerimonia diventa una tradizione da ripetere ogni anno con il rogo finale di una grande effige di legno recuperato.

Un modello alternativo di società

Negli anni Novanta con l’adesione di artisti come •John Law e la confluenza di iniziative simili, la manifestazione si rinforza e assume l’identità attuale di città che in nove giorni crea e produce arte di ogni genere e i cui partecipanti rispettano i seguenti principi: immediatezza dell’atto creativo, inclusione, donazione, condivisione, demercificazione, autosufficienza, espressione di sé, sforzo comune, responsabilità civica, non lasciare traccia. Man mano che si realizzano le opere, infatti, si bruciano di notte, fino all’ultimo giorno della manifestazione quando si dà fuoco alla più grande delle creazioni.

Una volta terminato l’evento della città non resta nulla: delle opere d’arte rigorosamente realizzate con materiali di recupero, rimangono soltanto i ricordi.

Organizzata dal Burning Man Project, senza scopo di lucro, ad ogni edizione vi accorrono artisti da ogni parte del globo. Nell’ultima edizione in presenza del 2019 i partecipanti hanno quasi raggiunto il numero record delle 80mila persone.

L’edizione del 2022 che si svolgerà dal 28 agosto al 5 settembre ha il seguente titolo Waking dreams, sognando ad occhi.

Sul sito Burning Man il programma degli appuntamenti più importanti.

 

  • Nota – John Law (1958) artista statunitense esponente della Culture jamming detta anche Guerrilla communication (traduzione in italiano con ‘interferenza culturale’ o ‘sabotaggio culturale’),   forma di protesta utilizzata da molti movimenti sociali anti-consumisti per interrompere o sovvertire la cultura dei media e le istituzioni culturali tradizionali, attraverso la decostruzione dei testi e delle immagini con la tecnica dello straniamento e del  détournement, ossia lo spostamento di immagini e oggetti dalla loro collocazione originaria per inserirli in un contesto semantico che ne muti o ne capovolga il significato come John Law ha fatto per le insegne al neon.

 

 

 

Immagini delle opere d’arte realizzate nel corso delle passate edizioni di Black Rock City. La terza immagine dall’alto mostra il Burning man, momento culminante dell’evento  

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.