#aspiefriendly. La giornata mondiale della Sindrome di Asperger

hansaspergerLa Giornata Mondiale della Sindrome di Asperger, 18 febbraio, celebra la nascita di Hans Asperger, il pediatra austriaco che fu il primo a osservare e analizzare questa condizione neurologica che rientra nello spettro autistico ad alto funzionamento.

Come leggiamo in un articolo di uno dei massimi esperti della Sindrome di Asperger La storia della Sindrome di Asperger di Tony Attwood sul sito Spazio Asperger.

“Asperger ebbe un grande interesse sui bambini che vedeva in ospedale a Vienna, che sembravano avere un certo numero di caratteristiche in comune. Inizialmente, su una base di quattro casi, descrisse una serie di caratteristiche che richiedevano una categoria diagnostica specifica, ed in seguito diagnosticò circa cento bambini con (per usare i termini originali) “psicopatia autistica” (Hippler e Klicpera, 2003). Sebbene Hans Asperger usò l’espressione “psicopatia autistica”, una traduzione più accurata e moderna dell’obsoleta parola “psicopatia” nell’inglese corrente sarebbe “personalità”.

In occasione della giornata mondiale, istituita nel 2007, a Fiumicino si è svolto l’incontro “Tutto può succedere quando non c’è inclusione“, evento di sensibilizzazione sulla sindrome di Asperger e la Neurodiversità con Davide Moscone e David Vagni di Spazio Asperger ONLUS insieme agli attori Camilla Filippi e Roberto Nocchi, rispettivamente madre e figlio “Aspie” nella serie televisiva “Tutto può succedere”, trasmessa da Rai Uno, remake della serie televisiva americana Parenthood.

Negli Stati Uniti la serie (103 puntate) ha avuto un enorme successo. Jason Katims, l’autore di Parenthood ha un figlio con uno spettro autistico e recentemente ha raccontato all’Huffinghton Post come la descrizione del personaggio di Max, il ragazzo Aspie, si sia riverberata in modo molto positivo all’interno della comunità autistica e delle persone con disabilità.

Il 18 febbraio dunque ricordando Hans Asperger getta una luce sulla condizione degli Aspie e di come sia essenziale la conoscenza del comportamento Aspie sia su un modo diverso di leggere e interpretare il mondo.

Leggiamo su portale autismo.it “Oggi noi “Aspie” festeggiamo la nostra giornata, in un mondo che non conosce niente della nostra condizione e che ci vede come strani, maleducati, stupidi o peggio”.

Quattro mamme in occasione di questa giornata hanno creato l’evento social “Asperonia” spiegando chi siano gli Aspie e invitando a postare sul proprio profilo Facebook o Twitter una foto proprio con un cartello che riporti l’hashtag #aspiefriendly.

Conoscere è capire, capire è interagire nel rispetto di ogni diversità.  Aspiefriendly è un modo di essere.

 

Per approfondimenti

Spazio Asperger ONLUS

Portale Autismo

Il mondo degli Aspie raccontato da Tony Attwood

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.