Istanbul vista con gli occhi di Zeytin, il randagio invisibile alla ricerca di un po’ di gentilezza

Insolite guide ci guidano nelle strade di Istanbul, facendoci scoprire i luoghi più remoti della città. Sono 3 i cani randagi che vagano per la capitale turca, emarginati e invisibili come i più sfortunati di noi umani, senza sicurezze né certezze per il loro presente e futuro.

Mentre vanno alla ricerca di cibo,  di un rifugio e di un po’ di gentilezza, Zeytin, Nazar, e Kartal – i protagonisti del documentario Stray, della regista statunitense Elizabeth Lo – ci restituiscono un ritratto crudo ma vero della quotidianità delle storie umane della capitale turca: donne intrappolate in matrimoni senza sentimenti, protestanti che manifestano indifesi dalla brutalità di fronte alla reazione brutale altrui, tra decrepite rovine e strade trafficate.

Vite da cani randagi,  figure involontariamente allegoriche di una società divisa per etnia, classe e genere. Metafora diretta  il nome della protagonista,  Zeytin, che nella lingua turca, letteralmente, significa oliva, ma in senso lato definisce gli occhi di colore scuro e profondamente espressivi. Come lo sguardo acuto del nostro randagio che registra tutto ciò che osserva e accumula esperienza che non lesina a condividere con i suoi compagni di avventura Nazar e Kartal, insegnando loro la sopravvivenza; malgrado tutto.

Il documentario, che sarebbe dovuto essere presentato in anteprima al Tribeca Film Festival, annullato per la famigerata pandemia, approda alla Festa del Cinema di Roma, che si svolgerà dal 15 al 25 ottobre 2020.

Secondo Festival cinematografico in presenza post lockdown (dopo la Mostra del Cinema di Venezia), presso la sede tradizionale dell’Auditorium Parco della Musica e nelle altre sale della Capitale, per assistere alle proiezioni di questa Festa 2020 – tranne che al Teatro Palladium dove sarà possibile acquistare le entrare presso la biglietteria – è obbligatorio acquistare i biglietti esclusivamente online sul sito tichetone.it (la prevendita è in corso dal 12 ottobre). Per assistere al red carpet, invece, si dovrà prenotare la propria postazione sul sito web o sull’App delle Festa, che permetterà di accedere alla Cavea superiore dell’Auditorium.

Per partecipare alla Festa 2020 in sicurezza sanitaria si dovranno seguire semplice regole anti- Covid-19: oltre alle ormai consuete misure dell’uso mascherina, del mantenimento della distanza fisica e della frequente igienizzazione delle mani, il pubblico dovrà presentarsi alle proiezioni rispettando l’anticipo richiesto. Nelle sale non sono stati previsti posti contigui per i congiunti, proibiti lo scambio dei posti, il consumo di cibi e bevande. Per garantire il tracciamento elettronico, il biglietto, l’accredito e/o la prenotazione andranno esibiti agli ingresso dei siti.

 

Immagini: 1) Trailer dal documentario di Elizabeth Lo ‘Stray’, che racconta Istanbul vista attraverso gli occhi del randagio Zeytin; 2) la regista durante la lavorazione del documentario

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.