I colori della Serenissima nell’autunno trentino

Il caldo e la mancanza della pioggia ha reso l’estate simile all’autunno. I colori delle piante, dell’erba e quei fiori con le corolle reclinate nelle aiuole, hanno spesso indossato un ‘vestito’ marrone scuro.

Entrare, quindi, nelle sale del Castello del Buon Consiglio di Trento significa rivedere il fiorire di tanti colori, uno più bello dell’altro ed è come tuffarsi nella storia del Settecento, accolti come si è da 70 quadri della pittura veneta,  ma percependo quanto la nostra cultura, ahinoi, non sia alla portata di molti.

Queste opere, provenienti da musei e collezioni europee e statunitensi erano appartenute alle chiese o esposte nei grandi e ricchi palazzi delle vallate trentine. Storie trasformate in dipinti e che dimostrano come l’arte veneziana abbia trovato dimora nella regione più a nord dell’Italia.

L’Europa e l’America si sono messe a disposizione ed hanno fatto sì che tante opere ritornassero nei luoghi ove avevano avuto la loro prima collocazione.

Il ‘600 e il ‘700 hanno prodotto scambi culturali di un’arte senza fine.

Venezia e Verona hanno originato un connubio che ci parla di strettissimi legami tra famiglie e vescovati.

Le opere di Fontebasso, Giambattista Pittoni, Gaspare Diziani si rapportano alla grande pittura di Antonio e Francesco Guardi. Colori ed ancora colori, 70 opere di medie e grandi dimensioni ritrovate da curatori abili e coraggiosi in musei e mercati dell’antiquariato internazionale.

Trento con il suo castello, protetta dalle Dolomiti del gruppo del Brenta, dalla Paganella, ha acquistato l’onore di essere la principale fonte espositiva de quei quadri che da una terra di frontiera quale era il Tirolo è diventata una “collana” che mostra quanto a molti è ancora sconosciuto ed unisce civiltà diverse ma che parlano la stessa lingua: quella del colore e dell’arte, laddove può nascere  e può esplodere un’intensa emozione.

L’autunno invita a ritrovare la calma perduta durante le frenetiche e caldissime giornate estive e così niente è e sarà più riposante che visitare questa mostra i cui battenti chiuderanno il 23 di ottobre.

Titolo della mostra: I colori della serenissima. Pittura veneta del Settecento in trentino;

presso il Castello del Buonconsiglio – Trento;

dal 2 luglio al 23 ottobre 2022.

 

 

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.