I Sacri Spiriti songye nella Cappella Palatina del Maschio Angioino

La Cappella Palatina del Maschio Angioino di Napoli ospita, per la prima volta in Italia, le sculture tradizionali dei Songye, gruppo etnico che occupa una vasta zona nel Sud-Est della repubblica Democratica del Congo.

Più di 130 manufatti nella mostra Sacri Spiriti, la maggiore, forse, mai realizzata sulla cultura e creatività africana con le raffigurazioni magico- protettive, frutto di un lavoro orchestrale di artisti e artigiani.

I manufatti, in lingua locale nkishi (al singolare) e mankishi (al plurale), come apprendiamo dal catalogo della mostra (ed. SilvanaEditoriale) si distinguono per forme e misure secondo i riti e le funzioni a cui sono destinati: ai più grandi ai quali si chiede la protezione di un intero villaggio, ai medi e piccoli per i singoli individui.

Nell’esposizione napoletana sono stati collocati in modo da formare una “ipotetica sequenza geografica” come se si viaggiasse nel paese songye in senso antiorario da sud-est al centronord-est, dal centro-nord-ovest verso sud-ovest e sud. E all’interno del percorso sono stati posti informazioni e approfondimenti compresi gli atelier dei maestri produttori identificati.

La mostra è curata dagli specialisti Bernard de Grunne e Gigi Pezzoli e prodotta ed è prodotta da Andrea Aragosa per conto di Black Tarantella.

Mostra: Sacri spiriti. I Songye nella Cappella Palatina;

presso: Cappella Palatina del Maschio Angioino – Napoli;

entrata gratuita dalle h. 10:00 -17:00, dal lunedì al sabato;

fino al 15 gennaio 2023

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.