Carmona. Rinvenuto un acquedotto romano sotterraneo

Un acquedotto sotterraneo risalente all’epoca romana è stato rinvenuto a Carmona (Siviglia – Spagna).

La scoperta è stata compiuta dall’Associazione Andalusa delle Esplorazioni Sotterranee (Asociación Andaluza de Exploraciones Subterráneas, acronimo AAES) in collaborazione col Comune della città spagnola, che ha diramato la notizia con una nota dello scorso 7 gennaio.

Studi precedenti avevano fatto supporre l’esistenza del manufatto, ma soltanto nei giorni scorsi è stato possibile accedervi ed esplorare alcune sue parti; molte altre, riporta la nota, sono impraticabili a causa di smottamenti e intasamenti.

La struttura presenta la classica tipologia costruttiva romana, con mura a tegulae (mattoni d’argilla cotta) e copertura ad angolo (tetto con falsa volta).

In alcuni condotti il carbonato di calcio dell’acqua ha formato degli speleotemi* che, depositandosi sul fondo ne riducono notevolmente le dimensioni. Per questo avanza l’ipotesi che siano inutilizzati e sotterrati da centinaia di anni. Secondo gli archeologi, infatti, l’infrastruttura dopo l’evo romano è stata riutilizzata, in parte tra il XVI e il XVIII secolo e a quel tempo si deve la ricostruzione di alcune conduttore.

Il sito archeologico

Carmona (nella comunità autonoma dell’Andalusia) nel III secolo fu occupata dai Cartaginesi, ai quali subentrarono i Romani che ne fecero un’importane città (Carmo) di una della 3 provincia in cui avevano suddiviso la Penisola Iberica.

Sotto il dominio arabo dal VIII secolo, la città assunse lo status di capitale di uno dei regni indipendenti, fino al XI secolo quando fu conquistata dal re cattolico Ferdinando III di Castiglia.

Del suo storico passato Carmona ne conserva le vestigia, resti delle mura dei Cartaginesi ma soprattutto resti dei Romani: la Porta di Siviglia, l’anfiteatro e la necropoli (una della più grandi mai rinvenute) – con tombe a camera dipinte e colombario – formano  già un sito archeologico di primaria importanza arricchito ora dall’acquedotto sotterraneo.

 

*speleotema: deposito minerale formatosi in una grotta a seguito di dissoluzioni di rocce carsiche

 

 

Immagini: Carmona (Spagna) 1) particolare dell’acquedotto; 2) la necropoli

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.