As Film Festival. Raccontare la diversità

Torna l’AS Film Festival, primo festival cinematografico ideato e curato da persone nella condizione autistica, presso il Maxxi, Museo nazionale delle arti del XXI secolo, di Roma dal 16 al 18 novembre 2018.

Cortometraggi, lungometraggi film d’animazione sono selezionati a livello nazionale ed internazionale sono il riflesso di un lavoro collettivo a cui tutti hanno partecipato: selezione dei film, contatti con gli autori, redazione delle recensioni, revisione dei sottotitoli, traduzione dei testi, montaggio dei video, ripresa in diretta dell’avvenimento, intervista agli ospiti presenti, fotografie, illustrazione.

Un festival nato dalla volontà e dalla passione coniugata ad un’alta professionalità, di un gruppo di ragazzi dell’Associazione Not Equal di Roma che nel 2008 con la collaborazione del Gruppo Asperger diedero vita al Cineclub dei ragazzi. Lo spazio che ospita attualmente il cineclub si chiama Circolo ZERO IN CONDOTTA, e si trova in Via Caffaro 10 (a pochi passi dalla METRO B Garbatella).

Il cinema come strumento di inclusione sociale, come luogo protetto per favorire l’incontro tra ragazzi che si riconoscono nella condizione autistica e i loro coetanei neurotipici.

Una kermesse intensa che per 3 giorni permette ai visitatori di ammirare un mondo colorato, pieno di sfumature e che nella dimensione locale di ogni pellicola (a partecipare, Estonia, Stati Uniti, Regno Unito, Spagna, Messico, Svizzera, Lettonia, Portogallo, Taiwan, Israele, Svezia, Norvegia, Canada, Giappone, Italia, Belgio, Francia, Iran, Germania, Turchia, Marocco) respira il soffio dell’universalità.

Si tratta di opere che denunciano violenze e prepotenze, che parlano di riscatto, inclusione, tolleranza e che indagano la realtà di questi anni, di questi mesi, di questi giorni, attraverso lo sguardo di giovani autori, molti dei quali al loro esordio.

Nell’ambito del Festival è previsto per il concorso ASFF 42hrs, rivolto a troupe di filmmaker indetto dall’associazione culturale Not Equal, in collaborazione con L’Age d’or e sostenuto da MIBACT e SIAE nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”. Le troupe ammesse alla fase finale hanno 42 ore di tempo per realizzare un’opera audiovisiva originale.

Evento speciale 

Il 16 novembre 2018, alle 20.20 per la sezione Ragionevolmente differenti, quest’anno focalizzato sulla relazione tra padri e figli, si proietta Be kind di Sabrina Paravicini

Essere diversi è come un elefante con la proboscide corta: una rarità» dice Nino, un bambino a cui è stato diagnosticato un autismo infantile severo, ma non grave. Dopo aver smesso di parlare e di guardare sua madre negli occhi, il suo isolamento interiore minacciava ogni giorno di più l’interazione con gli altri, con il mondo. Oggi, Nino è il protagonista di un film che riguarda non solo coloro con cui condivide la sua particolarità, ma tutti quelli che, in un modo o nell’altro, sono diversi. Diversi perché emarginati, diversi perché parte di una minoranza, diversi per il loro orientamento sessuale, diversi perché di un’altra etnia, religione, cultura rispetto a quella del Paese in cui vivono“.

Inoltre per la stessa sezione, In viaggio con Adele di Alessandro Capitani con Alessandro Haber, Sara Serraiocco e Isabella Ferrari, in cui l’incontro tra padre e figlia avviene per caso e si costruisce nel corso di un improbabile viaggio dalla Puglia verso Parigi; infine Un silenzio particolare di Stefano Rulli, che racconta il difficile rapporto tra Stefano, sua moglie Clara e il loro figlio Matteo.

Programma del Festival

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.