Convegno internazionale (Ad)Versus Culturam. L’omosessualità al centro e ai margini della letteratura e dell’arte polacca

L’uomo è soggetto a ciò che crea “tra” e non c’è altra divinità per lui oltre a quella che si genera dall’uomo. Questa è proprio la “chiesa della terra” che si rivela a Henry in sogno. Qui le persone si uniscono in forme indeterminate di Dolore, Paura, Comicità o Mistero, in melodie e ritmi imprevedibili, in relazioni e situazioni assurde. In questa chiesa della terra, lo spirito umano ama lo spirito tra gli uomini. (da Introduzione di “Matrimonio” di Witold Gombrowicz)

Convegno internazionale (Ad)Versus Culturam, L’omosessualità al centro e ai margini della letteratura e dell’arte polacca venerdì 16 novembre 2018, presso l’Università degli Studi di Napoli l’Orientale, Sala conferenze, Palazzo du Mesnil.

Il convegno (Ad)versus culturam, senza alcuna pretesa di esaustività, intende indagare in maniera interdisciplinare il complesso rapporto tra polonità e omosessualità, focalizzando il dibattito sulla centralità o marginalità di quest’ultima nella letteratura e nell’arte della Polonia, nonché e soprattutto dimostrare la sua pervasività e il suo radicamento secolare nella cultura di questo Paese.

L’obiettivo del convegno è duplice in quanto abbraccia tanto la sfera culturale quanto quella socio-politica, rispondendo altresì all’esigenza di partecipare in modo attivo e, ci si augura, produttivo alle polemiche riguardanti i diritti della comunità LGBT in un contesto politico particolarmente complesso come quello odierno, in cui il protagonista principale, l’attuale governo polacco, assume un atteggiamento chiaramente poco incline alla possibilità di emancipazione giuridica e sociale delle persone LGBT+.

Si tratta dunque di una giornata di studio volta a condividere riflessioni, esperienze, quesiti, approfondimenti di autori e personalità rappresentative della trasgressione di genere appartenenti ai periodi più incisivi della cultura artistico-letteraria polaccca.

Una coraggiosa e suggestiva commistione tra letteratura, storia della letteratura, politica (nel senso più ampio del termine), attualità e metodologie formative. “Piccole eternità” – prendendo in prestito l’immagine della poetessa, premo Nobel, Wisława Szymborska che delineano l’essenza dei comportamenti e delle relazioni umane e del loro costituirsi in società dialoganti e solidali. E Napoli, appare lo scenario ideale, con la sua ricchezza cultura, tanto classica quanto contemporanea.

Il convegno, articolato in sessioni e aperto da Augusto Guarino, Direttore del Dipartimento di Studi Letterari, Linguistici e Comparati dell’Orientale, avrà il pregio di ospitare studiosi delle Università di Sapienza di Roma (Luigi Marinelli), Università di Genova (Laura Quercioli Mincer), Università Tor Vergata di Roma (Alessandro Amenta), Università di Colonia (Jan Czarnecki), nonché polacche: Università Jagiellonica di Cracovia (Grzegorz Niziołek), Università Adam Mickiewicz di Poznań (Błażej Warkocki), Università della Slesia  di Katowice (Tomasz Kaliściak) e l’Università di Varsavia (Dario Prola).

Le lezioni saranno tenute anche da eminenti scrittori polacchi: Renata Lis, scrittrice e giornalista che parlerà della scrittrice Anna Kowalska e lo scrittore Mariusz Wilk,  il cui intervento è dedicato allo scrittore e drammaturgo Witold Gombrowicz.

Giornate di studio che intendono rivelare e dare visibilità al fine di arricchire gli studi e le ricerche scientifiche afferenti ai gay cultural studies italo-polacchi, all’interno dei quali si esamineranno con un’impostazione storica i più rilevanti tra i prodotti letterari, che autori omosessuali hanno lasciato e continuano a lasciare nella cultura polacca. Inoltre, si intende donare agli studenti e alle studentesse la possibilità di acquisire  metodologie interdisciplinari utili alla comprensione, alla critica e all’interpretazione di testi artistici.

Per maggiori informazioni, è possibile scaricare il Programma Convegno internazionale (ad) Versus Culturam

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.