Fiaba per la progettazione universale di città senza barriere

Città senza barriereUna città senza barriere e che garantisca una casa a ogni suo cittadino: su questi principi di grande valenza sociale, culturale e civile si apre il mese di ottobre, in Italia e nel mondo.

Il 1° ottobre in Italia si celebra la Giornata Nazionale FIABADAY per l’abbattimento delle barriere architettoniche. La Giornata, istituita dall’onlus Fiaba, giunge, nel 2017, alla sua 15°edizione.
Fiaba è un’organizzazione senza scopo di lucro, che nasce con l’obiettivo di abbattere tutte le barriere: fisiche, culturali, psicologiche e sensoriali, per l’applicazione a tutto tondo del concetto delle pari opportunità creando un ambiente accessibile e fruibile per tutti, secondo i concetti dell’Universal Design (in Italia – Progettazione Universale).

L’Universal Design 

Universal Design (sinonimo del britannico Design for All per la Gran Bretagna), tradotto in italiano con Progettazione Universale indica, a livello universale, la metodologia della nuova architettura e design, che vuole una metodologia progettuale tesa alla realizzazione di edifici, ambienti e prodotti adatti a tutti, superando il concetto della specificità dei disabili.

Un design che risponda alla concezione olistica: in linea con la complessità dell’umanità tutta, secondo le sue differenziazioni; inclusivo e capace di cogliere e adattarsi alla realtà dell’essere umano per com’è.  Si basa sui seguenti 7 principi: equità, flessibilità, semplicità, percettibilità, tolleranza all’errore, contenimento dello sforzo fisico, misure e spazi sufficienti.

L’Universal Design è conseguente  al concetto base di “senza barriere” (barrier -free) che fonda i concetti dell’accessibilità e della tecnologia con l’estetica. Rivolto alle persone con disabilità è attento al fenomeno sociale dell’allungamento dell’aspettativa di vita, che vede  migliorare il tasso di sopravvivenza della popolazione  ma non sempre la sua efficienza fisica.

FIABA

L’Associazione FIABA  nasce nel 2002.  Presente in tutta Italia, nel 2008 con un provvedimento dei ministeri del Lavoro, Salute e Politiche Sociali, è riconosciuta come ente  di “evidente funzione sociale” e le sue principali attività avvengono sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.  Promotrice del concetto di Total Quality (vivibilità dell’ambiente ottimale per tutti) presso le istituzioni pubbliche e private, fra le sue molteplici attività ricordiamo i corsi di formazione a docenti di ogni ordine e grado, a seguito  dell’accredito presso il Miur, con  la pubblicazione “Abbattimento delle Barriere Architettoniche: Riprogettazione del costruito in ottica universal design”; ai giornalisti presso il CNOG (Consiglio Nazionale Ordine dei Giornalisti) a seguito della revisione della deontologia professionale sulle disabilità.

World Habitat Day

World Habitat Day

Il 2 ottobre 2017 cade il World Habitat Day, la Giornata Internazionale dell’Habitat; voluta dalle Nazioni Unite nel 1985 –  ogni primo lunedì del mese di ottobre –  per riflettere sullo stato delle città nel mondo e  sul diritto fondamentale per ciascun cittadino di avere un riparo adeguato, ma anche a ricordare come “tutti abbiamo la responsabilità di modellare il futuro delle nostre città”.

A ogni edizione  annuale viene assegnato un tema specifico.  Quello del 2 ottobre 2017 è “politiche abitative: alloggi a prezzi accessibili”. Una giornata incentrata nel promuovere presso tutti i livelli dei governi e delle parti interessate a riflettere sulle iniziative concrete per garantire un alloggio a tutti, in realizzazione dell’Agenda Urbana, ovvero il raggiungimento degli obiettivi dello sviluppo sostenibile.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.