#EranoSEMI. Campagna di Wikimafia per le vttime innocenti della mafia

Il 19 marzo 1994 veniva assassinato Don Peppe Diana nella sua chiesa a Casal di Principe. La giornata coincide con l’inizio della campagna #EranoSEMI che Wikimafia lancia dalle sue pagine in ricordo-attivo delle vittime di mafia.

Leggiamo dal profilo Instagram Wikimafia in relazione a Don Peppe: “Racconta la sua storia. Li avete ucccisi ma non vi siete accorti che #EranoSEMI.  Fino al #21 marzo, coprite e aiutateci a raccontare ai vostri amici le storie di tutte le vittime innocenti dell mafie“.

Ognuno di noi può partecipare alla memoria e al suo impatto nella nostra quotidianità in questo modo: “Scrivi su un foglio A4 il nome di una vittima innocente che vuoi ricordare e fatti una foto col foglio. Racconta la sua storia condividendo la foto sui social con l’hashtag ERANOSEMI”

Nando dalla Chiesa, figlio del generale Carlo Alberto dalla Chiesa, mostra su Instagram la foto di Domenico Russo – guardia scelta della polizia, a servizio presso la Prefettura di Palermo, a bordo dell’auto che seguiva l’A112 del generale e di sua moglie Emanuela Setti Carraro – e spiega: “Dietro di me vedete la foto di un agente della polizia. Si chiamava #Domenico Russo, aveva 32 anni. Fu ucciso mentre proteggeva mio padre. Nonostante avesse solo una pistola di ordiananza uscì lo stesso dall’auto per contrastare la tempesta dei Kalashnikov mafiosi… Ognuno indichi il suo “seme”, io indico lui perché ha sentito il dovere di fare una cosa impossibile, lasciando la sua famiglia”.

L’Italia intera si sta mobilitando per lanciare il proprio SEME; un’occasione preziosa anche per le giovani generazioni che in questo periodo di formazione a distanza possono partecipare alla campagna e venire a conoscenza degli eroi civili che hanno contribuito con la loro tragica scomparsa a non dimenticare mai il bene comune. Un autentico faro per la progettualità di una vita sostenibile.

Facebook Wikimafia

Instagram wikimafia

twitter wikimafia

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.