Categoria: Ricerca

0

Essere mamma oggi

Essere Mamma Oggi, una scelta importante caratterizzata da paure, insicurezze e scarsa conoscenza: questo lo scenario emerso dall’indagine condotta da Ixè sul tema della genitorialità, presentata a Milano, il 12 dicembre 2019 nel corso della Tavola Rotonda IVI, alla quale ha partecipato anche l’Associazione Salvamamme per portare le testimonianze di questa difficile realtà

0

A13, la molecola che ringiovanisce il cervello

L’anticorpo A13 è una molecola che favorisce la nascita di nuovi neuroni, provocando un ‘ringiovanimento del cervello’ e quindi in grado di contrastare lo sviluppo della sindrome dell’Alzheimer, quando affrontata nella sua prima fase. È la conclusione di uno studio condotto con successo sulla sperimentazione animale che apre la strada a nuove possibilità di diagnosi e cure

0

Epilessia e dieta chetogenica. I risultati dello studio LICE

Epilessia e Dieta Chetogenica: nei pazienti idonei a seguire il protocollo alimentare, si verifica una riduzione delle crisi epilettiche fino all’85% dei casi. Oltre la metà dei pazienti liberi da attacchi. Sono i dati raccolti e riportati dal Gruppo di Studio ‘Dietoterapie in Epilessia’ della Lega Italiana contro l’Epilessia (LICE), presso l’Ospedale Pediatrico del Bambino Gesù di Roma

0

Intelligenza artificiale e cellule staminali contro l’infertilità

In che direzione sta andando la procreazione medicalmente assistita? Quali sono le sfide del prossimo futuro? A queste domande tenta di rispondere l’evento scientifico WE ART MERCK. Due giorni dedicati ai progressi scientifici e al futuro nella medicina della riproduzione. Tra i temi discussi l’intelligenza artificiale e l’impiego delle cellule staminali nella fertilità. Particolare attenzione dedicata agli aspetti emotivi dell’infertilità

0

Gli investimenti statunitensi e europei per la ricerca sull’autismo

Gli investimenti per la ricerca sull’autismo convergono sulla studio della biologia di base del disordine, ancora totalmente sconosciuta. Dalla recente donazione negli Usa al finanziamento di 115 milioni di euro al consorzio europeo che compensano, in parte, il divario di risorse per la ricerca.