Categoria: Ricerca

0

Cittadini e scienziati. Impegno comune per la salvezza delle farfalle

Le farfalle sono a rischio estinzione. Per salvarle è necessario conoscere la loro diversità genetica, perché solo apparentemente sono uguali. Per questo un gruppo internazionale di ricercatori ha compiuto 20mila mila sequenze genetiche di 269 specie di farfalle rese possibile dal contributo delle immagini e segnalazioni che i cittadini hanno pubblicato sulle piattaforme digitali

0

Epilessia. Quattro esperte alla guida delle principali associazioni scientifiche

L’epilessia parla al femminile. Per la prima volta quattro donne dirigono le quattro principali organizzazioni di studio, difesa, assistenza e cura dedicate a questa condizione. Helen Cross, eletta Presidente ILAE (International League Against Epilepsy) lo scorso 16 aprile 2020. Francesca Sofia, eletta Presidente IBE- International Bureau for Epilepsy

0

Autismo. Come intervenire quando la diagnosi è tardiva

Secondo una ricerca britannica la diagnosi di autismo arriva in media a 7 anni, con picchi a 18 per il 4%. Dati confermati da uno studio statunitense. Ma rassicura la psicologa Ferrara presidente dell’ Osservatorio italiano studio e monitoraggio dell’autismo. Anche se arrivati all’adolescenza il dado non è tratto e molto ancora si può fare

2

GreEnergy. Per sfruttare l’energia inesauribile del sole

L’energia fotovoltaica, ad oggi, copre soltanto il 46% dei consumi mondiali (fonte JRC) perché i pannelli fotovoltaici sono costosi e la loro efficienza è bassa. Per compensare questa limitata funzione si studia un sistema di nano – antenne in grado di raccogliere l’energia solare a basso costo

0

Conservare il microbiota dei Neanderthal per salvaguardare la nostra salute

È quanto sostiene uno studio internazionale dopo aver ricostruito e analizzato un campione di DNA umano estratto dal sito archeologico spagnolo El Salt. Batteri del microbiota intestinale dell’Uomo di Neanderthal sono presenti anche nell’uomo moderno e sono essenziali per la sua salute. Quelli recentemente scomparsi hanno impoverito la flora intestinale, causa dell’accelerazione di alcune patologie

0

Troviamo una cura per tutte le epilessie

La ricerca scientifica mondiale è stata costretta a incentrare tutti i propri sforzi nella lotta al Covid-19. L’accesso ai fondi risulta ancora più problematico. Nonostante ciò sono stati compiuti passi avanti nella cura di due gravi forme di epilessia con l’approvazione del primo trattamento a base di cannabidiolo ma la strada è tutta in salita affinché tutte le epilessie trovino una possibilità di cura