Categoria: gusti e cultura

0

Viaggio nell’arte di Voet Jacob Ferdinand

La collezione a tema – sotto il nome di Dialoghi –  ci mostra il ricco patrimonio dei capolavori esistenti in Italia e tra i quali l’artista fiammingo, Voet Jacob Ferdinand, dipinse i ritratti di personaggi dell’epoca. Tre suoi dipinti ci fanno conoscere lo stile e la personalità dei gentiluomini del suo tempo

5

Festività stagionali 2021. Ma cosa significa?

Festività stagionali 2021 recita il Doodle di Google del 3 dicembre 2021 e parrebbe un comunicato quasi insignificante di certo incomprensibile se non fosse accompagnato dall’illustrazione che richiama alle decorazioni natalizie. Un esempio rappresentativo su come non basti la mera traduzione e/o l’applicazione di una formula per comunicare in modo inclusivo

0

Come rendere l’italiano una lingua inclusiva

“L’italiano si può rendere più inclusivo, ma le proposte per farlo devono rispettare le regole del sistema lingua, altrimenti la comunicazione non si realizza e la lingua non funziona” sostiene Cecilia Robustelli, linguistica dell’Unimore e collaboratrice della Crusca, sulla questione ‘schwa‘, la piccola ‘e’ rovesciata che si vorrebbe aggiungere o sostituire alle desinenze italiane per includere tutti i sessi e le identità di genere

0

La Cina (non) è vicina. Parola di Badiucao

Prima personale europea dell’artista dissidente cinese Badiucao a Brescia. La città andando oltre alle pressioni dell’ambasciata cinese ha mantenuto l’appuntamento espositivo nell’ambito della Festival della Pace, come previsto. Nella mostra anche le celebri vignette con Winnie The Pooh e le sezioni dedicate alle violazione dei diritti umani Uiguria e in Myanmar

0

Appese ad un filo. Festival Teatro Patologico 2021

Appese ad un filo. Così s’intitola il Festival teatrale organizzato dal Teatro Patologico dedicato al terribile problema della violenza di genere e nello specifico al femminicidio. Inaugura la manifestazione il testo omonimo, frutto dall’analisi compiuta dal fondatore e direttore del Teatro, Dario d’Ambrosi, sulla personalità di un uomo maltrattante che giunge all’atto estremo

0

La città delle dame di Christine de Pizan

È italiana – anche se naturalizzata francese – la prima scrittrice professionista e storica laica riconosciuta dall’Europa. Cristina da Pizzano che visse tra il Trecento e il Quattrocento apprezzata per varie opere ma soprattutto per la sua opposizione ai pregiudizi contro le donne come ben dimostra il suo ancora valido (ahinoi) La città delle dame