Categoria: diritti e costumi

0

Mai più nel cielo di Roma. In ricordo dei desaparecidos

Per la seconda volta si accende il Faro di Roma  con la scritta  ‘Mai più’, ricordando le migliaia di persone scomparse per il Plan Condor, il sistema repressivo elaborato da varie dittature latinoamericani negli anni Settanta e Ottanta del Novecento. Il 24 marzo, anniversario del golpe militare del 1976, in Argentina è diventata dal 2002 la Giornata della Memoria per la Verità e la Giustizia

0

Lettera aperta degli scienziati russi contro la guerra in Ucraina

Con una lettera aperta scienziati, studiosi e giornalisti scientifici russi chiedono al proprio Governo l’immediata sospensione di tutte le azioni militari perpetrate contro l’Ucraina e il rispetto per la sua sovranità e la sua integrità militare. “Chiediamo l’immediata sospensione di tutte le azioni militari condotte contro l’Ucraina. Chiediamo il rispetto della sovranità e dell’integrità territoriale dello stato ucraino. Chiediamo la pace per i nostri due paesi!”

0

Nico è così. Una storia sul coraggio di essere se stessi

I ragazzi con emofilia, vivono la difficile età dell’adolescenza con il peso che comporta una malattia rara e questo li porta a sentirsi diversi e temono di non essere accettati. Il romanzo Nico è cosi nasce esattamente per promuovere l’accoglienza e l’inclusione nell’ambiente scolastico e sociale. Progetto di OMAR e Libri Progetti Educativi

0

In ricordo di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, la mostra e l’archivio online

Presso la Fondazione Murialdi di Roma è stata inaugurata la mostra ‘Mi richiama talvolta la tua voce’, con le immagini e gli oggetti personali e di lavoro appartenuti alla giornalista Ilaria Alpi e al fotografo – cineoperatore Miran Hrovatin, uccisi il 20 marzo del 1994 a Mogadiscio. A breve, inoltre, sarà disponibile online l’Archivio di Ilaria Alpi, grazie al Fondo intitolato alla giornalista

0

Napoli. Giornata della Memoria delle vittime per mafie 2022

La XXVII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie si svolgerà a Napoli e parallelamente in altre città in Italia, in Europa, Africa e America Latina. La tradizionale lettura dei nomi avverrà alle h. 10:30 a Piazza del Plebiscito e sarà trasmesso in diretta streaming dal sito di Libera che avvisa come anche per la pandemia le mafie sono più nascoste, più invasive e più redditizie

0

Cassazione. Una vittoria per i braccianti, una speranza per i lavoratori

La Corte di Cassazione ha annullato con rinvio la sentenza di secondo grado emessa dalla Corte di Appello di Lecce che aveva assolto 11 dei 13 imputati condannati in primo grado nel 2017 con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata a ridurre in schiavitù i lavoratori migranti impiegati nella raccolta di frutta e verdura a Nardò  (Lecce). Nel 2017, il Tribunale di Lecce aveva riconosciuto per la prima volta il reato di riduzione in schiavitù in Italia in ambito lavorativo.