Autore: Redazione abbanews

0

Oscar 2021. Quel che conta è essere in presenza

Gli Oscar 2021 saranno assegnati il prossimo 25 aprile. Dopo i gravi problemi di collegamento e connessione (e il calo di audience) registrati nel corso dei Grammy e dei Golden Globe, l’Accademy si rifiuta di organizzare la cerimonia virtuale e per garantirsi la presenza dei candidati, in piena sicurezza sanitaria, oltre alle 2 location americane sta organizzando dei ‘punti Oscar’ in Europa

0

Venezia. Finalmente libera dalle Grandi Navi

Come era stato chiesto anche dall’Unesco per la “salvaguardia dell’unicità del patrimonio culturale, paesaggistico e ambientale del territorio” un decreto approvato dal Consiglio dei Ministri impedisce il passaggio e l’approdo delle Grandi Navi nella laguna di Venezia. Si costruiranno navi attracchi e nel frattempo seguendo un’altra rotta approderanno alle banchine industriali del Porto di Marghera

0

Il DAMS di Bologna. 50 anni di felicità permanente

Nasceva nel 1971 all’Università di Bologna, il DAMS, il primo corso di laurea italiano interamente dedicato alle arti e allo spettacolo. Un anniversario festeggiato presso l’Ateneo con 30 eventi che spaziando fra incontri, spettacoli teatrali, mostre e concerti, raccontano la storia dei 5 decenni del corso nato come esperimento, oggi presente in tante altre università da Torino a Palermo

0

Lipodistrofie. L’appello dei pazienti

Le Lipodistrofie indicano un’ampia varietà di malattie rare che, pur essendo contraddistinte da diverse cause e manifestazioni, sono accomunate da una perdita di tessuto adiposo sottocutaneo. Ora giunge l’appello dei pazienti: necessario garantire l’approvazione del farmaco metreleptina per le forme parziali della malattia e un codice di esenzione unico per tutti

0

Spagna. Esperimento nazionale delle 32 ore lavorative settimanali

Settimana lavorativa breve, anzi brevissima. In Spagna per porre rimedio al rallentamento dell’economia causato dalla pandemia, partirà un progetto pilota, triennale, che prevede un piano lavorativo di 4 giorni anziché dei tradizionali 5. Previste 32 ore settimanali mantenendo le retribuzioni determinate nei contratti a tempo pieno. I pro e i contro