Taggato: Parlamento Europeo

Simone Veil 0

Premio per la migliore tesi di laurea sul Parlamento europeo

Tra dieci giorni avrebbe compiuto 90 anni, Simone Veil, primo presidente del Parlamento europeo, Una tesi sulla sua personalità e operato per la pace in Europa rappresenta un approfondimento sulla cultura storico-politica e legislativa. In suo ci permettiamo di segnalare il Premio di laurea per la migliore tesi sul Parlamento Europeo promosso da Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa.

Residenti europei in UK 0

L’incertezza dei 3 milioni di cittadini europei nel Regno Unito

The 3 milion, l’associazione creata dai cittadini europei residenti in Gran Bretagna a tutela dei loro diritti di cittadini che vedono minacciati dall’indomani della Brexit. Rappresentanti dell’associazione recatesi al Parlamento europeo hanno denunciato l’aggravarsi delle discriminazioni e la necessità urgente di un accordo ad hoc tra il Regno Unito e l’UE a salvaguardia dei loro diritti e di quelli dei britannici residenti in Europa

Pino Daniele - 2 0

Pino Daniele. Il tempo resterà

Aperte le pre-vendite dei biglietti per il docu-film “Pino Daniele – Il tempo resterà” che sarà presentato in anteprima al Teatro San Carlo di Napoli il 19 marzo, giorno del compleanno del compianto musicista. L’elenco delle sale dove il film sarà proiettato dal 20 al 22 marzo 2017. Il 29 maggio sarà proiettato al Parlamento Europeo

premio-carlo-magno 0

Premio Carlo Magno per i giovani

Quanto si sentono europei i giovani? Torna il premio Carlo Magno che mira a promuovere il sentimento e la ragione di essere europei. Si tratta di progetti che promuovono la comprensione a livello europeo e internazionale, favoriscono lo sviluppo di un sentimento comune di identità e integrazione europea. Un’opportunità per i giovani.

Esperanto risolve l'englexit 0

Dopo la Brexit è tempo di Englexit?

Dopo la Brexit, la lingua inglese viene messa in discussione. D’altronde senza Londra nella UE, anche il suo idioma, al di là dell’uso diffuso, non ha senso logico. E i francesi tornano all’attacco per riconquistare il primato linguistico. Francese, inglese, tedesco, esperanto. Forse la cosa più importante, è capirsi.