Taggato: Egitto

0

25 gennaio, tre anni senza Giulio. La risoluzione del Parlamento Europeo

Il 25 gennaio 2019, per il terzo anno in oltre cento piazze italiane si accenderanno le fiaccole in ricordo di Giulio Regeni e per chiedere verità e giustizia sulla sua tragica sorte: Sparito il 25 gennaio 2016, il corpo di quello che era un giovane ricercatore della Cambridge University, in Egitto per completare il suo dottorato fu ritrovato privo di vita il 3 febbraio 2017. La risoluzione votata dal Parlamento Europeo

0

Il carro di Tutankhamon verso il museo che ospiterà l’intera collezione funeraria

L’ultimo dei 6 carri funerari del famoso faraone Tutankhamon è stato trasportato presso il nuovo museo nella Piana di Giza, non ancora inaugurato e che ospiterà tutto il corredo funerario del faraone bambino: 5.398 pezzi. Una tomba quella di Tutankhamon che continua ad essere oggetto di ricerche approfondite : per continuare a costruire la storia di una famiglia vissuta quasi 4mila anni fa ma che ha superato la damnatio memoriae soltanto nel XIX secolo

0

Egitto. Una buona e una (molto) cattiva notizia

Ad ottobre la buona notizia della liberazione di un cittadino irlandese, dopo 4 anni trascorsi in carcere e sotto tortura, nonostante la sua innocenza. Mentre in questi giorni è stato depositato presso il Parlamento egiziano il disegno di legge che criminalizza l’omosessualità. Previste condanne di 3 anni di carcere, 5 per i recidivi. Ma la repressione per i gay è già in atto

0

Cnf e Nessuno tocchi Caino insieme contro la pena di morte

Il Consiglio Nazionale Forense (Cnf) e l’Ong Nessuno Tocchi Caino il 26 maggio 2017 hanno firmato un protocollo d’intesa, che vedrà il Consiglio istruire difensori e giudici della Tunisia, Somalia ed Egitto nell’ambito di progetto di formazione che punta all’estensione dei principi dello stato di diritto e riduzione delle pene capitali nei tre Stati suddetti

1

Regeni: perché è vitale sapere (e perché era lì??)

Oggi è il 25 gennaio. Oggi ricorre il primo anniversario dalla scomparsa di Giulio Regeni. Mancano ancora delle risposte dal Cairo. E da Cambridge. Perché Giulio non è stato fermato prima? Perché non ci si è accorti che stava per finire maciullato da un sistema di potere massacrante?