Sulle tracce di Peiper, traduttore di Lope de Vega

Zwrotnica

Krzysztof Wilczyński Museo Nazionale a Varsavia. Esposto in occasione della mostra:” Il papa dell’Avanguardia. Tadeusz Peiper in Spagna, Polonia ed Europa”.

Nel 1956 la casa editrice polacca Czytelnyk pubblica l’opera teatrale, Pies Ogrodnika, versione in lingua polacca della commedia del drammaturgo spagnolo Lope de Vega, El Perro del hortelano (Il cane dell’ortolano). La traduzione è ad opera di Tadeusz Peiper e come data di stesura riporta il 1949.

Il nome di Tadeusz Peiper, alla fine degli anni Quaranta, appare in diverse riviste polacche, tra cui, “Odrodzenie1 e “Tworczosc2 per lo più come recensore di spettacoli teatrali. Un recensore d’eccezione, che per molti forse non era che una firma alla fine di un articolo.

Le sue critiche dimostrano una profondità intellettuale e artistica non comune. Chi è quindi, questo giornalista e critico letterario che alla fine degli anni Quaranta traduce la commedia di Lope de Vega?

Sono trascorsi 27 anni da quando il suo nome appare per la prima volta, su una rivista polacca: Zwrotnica (Lo scambio), della quale è fondatore ed editore. Siamo nel 1922 e Tadeusz Peiper con la nascita di “Zwrotnica”, dà inizio al movimento letterario che passerà alla storia della letteratura polacca, con il nome di Awangarda Krakowska, l’Avanguardia di Cracovia.

Sulle tracce di Peiper, traduttore di Lope de Vega si propone di “inseguire” la vita e le opere del poeta polacco e del suo misterioso rapporto con la letteratura spagnola d’avanguardia  e, in particolare, la traduzione insolita e avanguardista, ma fedele nella sua essenza a El perro del hortelano.

Segnaliamo che la tesi contiene tre saggi di Peiper sulla traduzione del testo, sull’analisi drammatica e letteraria del testo e sulla messa in scienza della commedia in Polonia. La critica letteraria, filologica e drammaturgica congiuntamente alle teorie traduttive presentano un’acutezza di pensiero e sensibilità artistica di rara raffinatezza.

Lettura integrale della tesi: Sulle tracce di Peiper traduttore di Lope de Vega.

1

. Il settimanale Odrodzenie (Rinascita) è il primo settimanale politico – sociale, che si pubblica in Polonia dopo la fine della guerra. Il giornale, dal profilo apparentemente liberale, tendeva in realtà ad affermare nella sfera artistica i postulati del realismo e nella sfera ideologica, quelli marxisti. La prima città in cui viene pubblicato è Lublino nel 1944. Dal gennaio del 1945 , la redazione si trasferisce a Cracovia.

2

. Tworczosc (Creazione) è un mensile letterario che inizia a pubblicarsi nel 1945. Dal 1948 svolge nel panorama letterario, lo stesso ruolo di rilevanza del settimanale Odrodzenie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.