Terzo Paradiso. Il Manifesto

Il Terzo Paradiso

Che cos’è il Terzo Paradiso? È la fusione fra il primo e il secondo paradiso.

Il primo è quello in cui gli esseri umani erano totalmente integrati nella natura.

Il secondo è il paradiso artificiale, sviluppato dall’intelligenza umana, fino alle dimensioni globali raggiunte oggi con la scienza e la tecnologia.
Questo paradiso è fatto di bisogni artificiali, di prodotti artificiali, di comodità artificiali, di piaceri artificiali e di ogni altro genere di artificio.
Si è formato un vero e proprio mondo artificiale che, con progressione esponenziale, ingenera, parallelamente agli effetti benefici, processi irreversibili di degrado e consunzione del mondo naturale.

Il Terzo Paradiso è la terza fase dell’umanità, che si realizza nella connessione equilibrata tra l’artificio e la natura.
Terzo Paradiso significa il passaggio a uno stadio inedito della civiltà planetaria, indispensabile per assicurare al genere umano la propria sopravvivenza. A tale fine occorre innanzi tutto ri-formare i principi e i comportamenti etici che guidano la vita comune.
Il Terzo Paradiso è il grande mito che porta ognuno ad assumere una personale responsabilità nella visione globale.

Il termine paradiso deriva dall’antica lingua persiana e significa “giardino protetto”.

Noi siamo i giardinieri che devono proteggere questo pianeta e curare la società umana che lo abita.

Il simbolo del Terzo Paradiso, riconfigurazione del segno matematico dell’infinito, è composto da tre cerchi consecutivi. I due cerchi esterni rappresentano tutte le diversità e le antinomie, tra cui natura e artificio. Quello centrale è la compenetrazione fra i cerchi opposti e rappresenta il grembo generativo della nuova umanità.

Michelangelo Pistoletto*, 2003

 

 

*Michelangelo Pistoletto, nato a Biella, il 25 giugno 1933, è un pittore e sculture, esponente dell’arte povera, di fama internazionale.

Nel 2003 Pistoletto scrive il manifesto del Terzo Paradiso e ne disegna il simbolo, presentato poi alla 51° Biennale di Venezia nel 2005, come evento di arte partecipata che coinvolge adulti e bambini, con un programma di eventi ed esposizioni (poi ripetuto in altre città italiane e all’estero) all’insegna dell’interazione tra arte e società, con lo scopo di sollecitare il rispetto verso la natura e gli spazi urbani, attraverso la riflessione sulla sostenibilità ambientale e, quindi, con l’assunzione della responsabilità individuale e collettiva.

http://terzoparadiso.org/

 

 

Fotografie dall’alto: 1) simbolo Terzo Paradiso; 2-3 Michelangelo Pistoletto; 4-6) Forte-Di-Exilles-Val Susa Piemonte; Archivio di Stato, Eur – Roma; Piramide al Museo del Louvre, Parigi

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.