Volocopter e Sea Bubbles. I taxi del prossimo futuro

Stoccarda Tra i mezzi di trasporto del prossimo futuro ci sarà anche il taxi volante. Il prototipo è stato provato senza passeggeri in un’area urbana di Stoccarda (Germania), .

Prodotto dalla compagnia tedesca Volocopter, dalla quale prende il nome, il taxi volante usa la stessa tecnologia dei droni, quindi vola autonomamente diretto da remoto, è completamente elettrico e, rispetto ad altri dispositivi di volo, non fa molto rumore.

I produttori prevedono l’uso del pilota nella fase iniziale della commercializzazione che sarà poi eliminato per affidarsi completamente alla funzione automatica dell’apparecchio. Gli utenti potranno richiedere il servizio tramite un’applicazione di telefonia mobile, specificando la destinazione desiderata.

La Volocopter – che lavora al progetto dal 2011, nel 2017 ha ottenuto il sostegno del consorzio automobilistico Daimler e recentemente dal produttore di automobili cinese Geely – ha dichiarato che tra massimo 3 anni sarà pronta a immettere sul mercato il suo taxi volante.

Parigi – Prossimi all’uso, invece, sembrano essere i Sea Bubbles a Parigi.

Dal progetto di una startup francese questi velivoli sono degli ibridi che navigano ma in grado di alzarsi in volo fino a 60 centimetri dall’acqua, raggiungendo la velocità di 30 chilometri orari.

L’idea e di farli andare lungo il fiume Senna in modo da superare l’arteria stradale parallela, trafficatissima.

Completamente elettrici con un’autonomia che va dagli 80 ai 100 chilometri grazie alle loro caratteristiche i Sea Bubbles possono fluttuare anche nelle parti del fiume in cui è vietato produrre moto ondoso o risucchi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.