I giovani chiedono alla Chiesa cattolica di impegnarsi a vivere ciò che professa

I 300 giovani, principalmente cattolici ma anche di altre confessioni e non credenti, che hanno partecipato alla riunione propedeutica all’Assemblea Sinodale dell’ottobre 2018, chiedono alla Chiesa di essere più trasparenza,  di riconoscere i suoi “errori passati e presenti” e di sapersi impegnare a vivere ciò che professa.

Nel documento finale della riunione, presentato dalla Sala Stampa del Vaticano il 24 marzo 2018, i giovani scrivono che gli scandali attribuiti alla Chiesa minano la fiducia dei credenti.

Lo stesso documento sarà presentato a Papa Francesco da uno dei partecipanti, nel corso della Messa delle Palme che il Pontefice celebrerà in San Pietro il 25 marzo 2018.

Oltre ai 300 presenti alla riunione pre – sinodale hanno partecipato altri 15mila giovani attraverso i social network.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.