Tunisia. Approvata le legge contro la violenza sulle donne

Ansamed

La Tunisia ha approvato all’unanimità la legge contro la violenza sulle donne. Il 26 luglio 2017 il parlamento tunisino ha approvato il provvedimento, costituito da 23 articoli, che contrasta e previene la violenza di genere, e intende promuovere l’uguaglianza fra i sessi.

La legge è stata elaborata secondo i criteri indicati dalle Nazioni Unite e condanna “qualsiasi atto di aggressione fisica, morale, sessuale o economica basata sulla discriminazione tra sessi”.

Abrogato l’articolo 227 bis del Codice penale per il quale un uomo colpevole di aver usato violenza nei confronti di una minorenne, veniva perdonato in caso di matrimonio con la vittima. Rese più dure le pene per i colpevoli: aumentano di 3 gli anni inflitti ai rei di abuso in ambito familiare, che passano quindi dai 13 ai 16 anni di detenzione.  Istituite pene anche per le molestie sessuali nei luoghi pubblici.

Contemporaneamente sono state decise le misure preventive, come l’elaborazione di un programma di formazione per gli operatori scolastici e sanitari nel prestare assistenza alle vittime; mentre sarà costituita un’unità speciale delle forze di polizia, specializzata nei casi di violenza domestica.  La medesima legge prevede di punire il lavoro minorile domestico e sanzioni per i datori di lavoro che non rispetteranno la parità salariale.

La strada rimane in salita, perché nella società tunisina il capofamiglia continua a essere soltanto l’uomo e nel ricevere un’eredità, alle donne della stessa famiglia è destinata una quota inferiore rispetto ai fratelli.

Ma la legge contro la violenza sulle donne è un traguardo storico, in un Paese, come la Tunisia, tra i più avanzati nel mondo arabo in materia di parità di genere.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.