Peace drums per il Mar Mediterraneo

Peace DrumsConcerti sulla sabbia bagnata dal mare nel giorno di sabato 23 settembre 2017. Sulle onde del mare Mediterraneo voleranno cento, mille Peacedrums, ovvero appelli per la pace e quei suoni divulgheranno i valori essenziali del dialogo e dell’accoglienza. Lampedusa sarà lo starter principale ed attraverso il battito di tamburi il rumore si espanderà da costa a costa.

Tanti artisti italiani e non solo, aderiscono a questa iniziativa, trasmessa in streaming e faranno in modo di unire 15 nazioni: Italia, Palestina, Siria, Egitto, Grecia, Francia, Spagna, Tunisia, Emirati Arabi, Algeria, Croazia e Kenia, ma  anche gli U.S.A parteciperanno con Playing For Change.

Il progetto è internazionale si svolge sabato 23 settembre dalle 19 alle 22 sulle spiagge d’Italia vi saranno eventi musicali affinché la solidarietà, con la speranza che parlarsi, a prescindere dalla lingua, dalla convivenza e dal diverso pensiero di tanti popoli possa riuscire a seminare uno spirito di integrazione forte.

“Ero straniero e mi hai accolto, avevo fame e mi hai dato da mangiare, avevo sete e mi hai porto l’acqua, ero ignudo e mi hai vestito.”

Fare del bene fa bene, e non essere ostaggio di pregiudizi rende l’uomo più libero e forte.  Ecco il significato finale di questo rullo di tamburi, Peacedrums riuscirà ad aprire altre strade e farci sentire sulla stessa barca per navigare nel nostro splendido Mediterraneo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *